Medugorje | Messaggio del 2 giugno 2018


Messaggio 

Cari figli, vi invito ad accogliere con semplicità di cuore le mie parole, che vi dico come Madre affinché vi incamminiate sulla via della luce piena, della purezza, dell’amore unico di mio Figlio, uomo e Dio. Una gioia, una luce indescrivibile con parole umane penetrerà nella vostra anima, e verrete afferrati dalla pace e dall’amore di mio Figlio. Desidero questo per tutti i miei figli. Perciò voi, apostoli del mio amore, voi che sapete amare e perdonare, voi che non giudicate, voi che io esorto, siate un esempio per tutti quelli che non percorrono la via della luce e dell’amore o che hanno deviato da essa. Con la vostra vita mostrate loro la verità, mostrate loro l’amore, poiché l’amore supera tutte le difficoltà, e tutti i miei figli sono assetati d’amore. La vostra comunione nell’amore è un dono per mio Figlio e per me. Ma, figli miei, ricordate che amare vuol dire sia voler bene al prossimo che desiderare la conversione della sua anima. Mentre vi guardo riuniti attorno a me, il mio Cuore è triste perché vedo così poco amore fraterno, amore misericordioso. Figli miei, l’Eucaristia, mio Figlio vivo in mezzo a voi, e le sue parole vi aiuteranno a comprendere. La sua Parola, infatti, è vita, la sua Parola fa sì che l’anima respiri, la sua Parola vi fa conoscere l’amore. Cari figli, vi prego nuovamente, come Madre che vuol bene ai suoi figli: amate i vostri pastori, pregate per loro. Vi ringrazio!

Riflessione

Con la vostra vita mostrate loro la verità, mostrate loro l’amore, poiché l’amore supera tutte le difficoltà, e tutti i miei figli sono assetati d’amore.

Maria ci parla di mostrare la verità attraverso la propria vita. Qui entra in gioco qualcosa che spesso viene a mancare: l’esempio. L’esempio, pratico, concreto, in buona fede, genera educazione, dona ispirazione, crea modelli forti da seguire, permette allo Spirito Santo di agire. Bisogna dapprima convertirsi per diffondere nella società un esempio cristiano concreto, capace di mostrare Dio al prossimo. Molti cercano di fare esempio, elevandosi a “maestri”, impugnando la verità, ma cadono spesso nel classico modello comportamentale pagano, capace solo di mormorare, commentare e fare lezione al prossimo per incrementare il proprio ego. Pregando si otterranno lumi e si avrà la necessaria guida per modificare il comportamento, la mentalità e l’atteggiamento, divenendo così “cristiani” a sufficienza da poter fare “esempio”. Esempio attraverso il quale sarà possibile testimoniare Cristo. Non vi è esempio in chi vanta sé stesso, impugna la verità, mormora di continuo sulle persone altrui, compie azioni per orgoglio e per la vana gloria di sé stesso.

Figli miei, l’Eucaristia, mio Figlio vivo in mezzo a voi, e le sue parole vi aiuteranno a comprendere.

L’Eucarestia è Cristo. E’ Gesù in persona: corpo e sangue. Ricevere l’Eucarestia significa ricevere Gesù. E quando si riceve Gesù è possibile averlo dentro di sé. Quando un amico entra a casa vostra, lo tenete in disparte, senza parlarci e senza invitarlo a fare qualcosa assieme? Così, quando si riceve l’Eucarestia, è bene non tenere Gesù nascosto e ignorato; parlateci ed entrate in dialogo con lui. Maria desidera l’Eucarestia, possibilmente quotidiana.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...