Il rapporto personale con la Madonna

La Madonna è una mamma. Avere un rapporto personale con Maria significa averlo con una mamma. I titoli ecclesiastici che a lei si danno son veri: non ce n’è uno che non sia teologicamente legittimo. Eppure ve n’è uno che è più grande di tutti: il titolo di madre. La donna è questo: è madre e custode della vita. Quando non è sviata dalla sua natura, ella non sa fare altro se non custodire e amare. La Madonna non poteva venire intaccata nella sua purezza infinita nemmeno se fosse stata accattata da tutte le legioni dell’Inferno. Concepita senza peccato, Immacolata Concezione, tutta santa; non è mai esistita una frazione del tempo senza che non sia stata nella luce di Dio.

Il rapporto personale con la Madonna inizia su questa terra, e per noi umani non potrebbe che iniziare nel creato materiale, e si può approfondire in ogni istante, da un momento all’altro, partendo da noi stessi. Non ci sono vincoli materiali e sensibili, se non i vincoli creati all’interno della nostra psiche. La psiche è dove inizia la nostra relazione con Maria. La nostra facoltà intellettiva, l’autocoscienza, ci permette di conoscere Maria e dunque di iniziare un rapporto con lei. Questa facoltà permette di iniziare senza vincoli di spazio e di contingenza; inizia da noi, tocca a noi, inizia in noi stessi.

Il rapporto personale con Maria è il rapporto personale con la mamma di Dio, si diceva. Maria è la mamma più dolce, più buona e più pura dell’universo. Avere un rapporto con lei significa dunque averlo con la mamma più bella, dolce, bella e pura di tutte. Questo rapporto non è costituito solamente dal devozionismo esteriore, riflesso della devozione interiore, come può essere il prender parte ad una processione mariana o ad un evento di approfondimento teologico sulla figura di Maria. Ma è fatto di tutti quei piccoli atti, particolari e dettagli che di fatto costituiscono un rapporto umano. Se Maria è mamma ed è amore – e lo è – a maggior ragione vuole e desidera l’amore che ogni mamma vorrebbe da un figlio.

Quando ci svegliamo al mattino, così come la nostra mamma sulla terra ci da il benvenuto e ci saluta, Maria è lì che attende il nostro «Ciao, mamma». Il saluto a Maria al mattino allieta il cuore mariano. Come ogni mamma, Maria desidera che la si renda partecipe della nostra mattinata, già dalla colazione. Per renderla partecipe, e dunque presente, basta un atto della volontà. Se nel cuore si pensa a Maria, è già un atto che la rende partecipe. L’eventualità che si faccia qualcosa, si esca, si studi o si lavori non preclude alla partecipazione mariana di proseguire il suo percorso con noi. Questo perchè la persona può tenerla con sé nel proprio cuore; rivolgersi a lei quando si esce; quando si scendono le scale; quando si apre lo sportello della macchina; in qualunque momento, Maria è disponibile; ciò implica che in qualunque momento è possibile rivolgersi a lei ed aprirle la porta del cuore.

Il Rosario è la corda che ci tiene legati a Maria. C’è una preghiera, conseguente il Rosario, che può essere fatta, ed è la preghiera spontanea del cuore. Ma nulla, nell’universo, si sostituisce alla legittimità divina, all’importanza teologica e spirituale e alla qualità del Santo Rosario. Non esiste santo che sia andato in Paradiso senza l’intercessione di Maria e la recita del Rosario. Il Rosario è l’atto di volontà che ci permette di dirigerci verso Dio, ottenere le grazie necessarie allo spirito, rafforzando la capacità di rimanere in stato di grazia. Il Rosario è una corda celeste a due: un lato è nelle mani dell’uomo, l’altro è tra le santissime dita di Maria. L’unico che può lasciare la corda, non avendo Maria interesse ad abbandonarvi, è l’uomo. E quando questo accade, la corda pende a vuoto: Maria non ritroverà quell’anima in Paradiso. Che dispiacere immenso che questa madre proverà per noi.

Dobbiamo sempre ricordare cosa dicevano i santi? Essi possono rafforzare il gusto e la voglia per il Rosario. Ricordiamolo, attraverso le loro parole. Se non riusciamo a capire cosa sia il Rosario, i santi possono aiutarci, fungendo da maestri.

Il rosario è preghiera eccellente;
nei confronti della quale, però,
il fedele deve sentirsi serenamente libero,
sollecitato a recitarlo, in composta tranquillità,
dalla sua intrinseca bellezza.
Papa Paolo VI

Il Rosario è una lunga catena che lega il cielo alla terra.
con il Rosario si può ottenere tutto.
SantaTeresa di Lisieux

Aggrappatevi al rosario come l’edera si attacca all’albero,
perché senza la Vergine non possiamo reggerci in piedi.
Madre Teresa di Calcutta

Il rosario è la dolce catena che ci rannoda a Dio
Beato Bartolo Longo

Il Rosario è il compendio di tutto quanto il Vangelo.
Papa Pio XII

Recitare il rosario è porre, come Maria,
Gesù nel proprio cuore.
Papa Benedetto XVI

Se cerchi la salvezza, propaga il Rosario.
Chi propaga il Rosario è salvo.
Beato Bartolo Longo

Il Rosario è la mia preghiera prediletta.
Preghiera meravigliosa!
Meravigliosa nella sua semplicità
Papa Giovanni Paolo II

Il Rosario è un incontro quotidiano al quale
io e la Madonna non manchiamo.
Papa Giovanni Paolo II

Amate la Madonna e fatela amare.
Recitate sempre il rosario.
Padre Pio

Non c’è nessun problema, non importa quanto difficile,
che non possiamo risolvere con il Rosario.
Suor Lucia di Fatima

Il Rosario è una contemplazione dei misteri di Cristo con il cuore della Madre
Papa Giovanni Paolo II

Nelle attività della giornata, Maria è sempre con noi. Per aiutarci, per ascoltarci, per intercedere presso Suo Figlio e per portarci a Gesù. Se andiamo male ad un esame universitario, Maria non è indifferente a quel po’ di sofferenza che possiamo ricavare da questo; non è nemmeno indifferente alla quotidianità umana contemporanea. Credete che un messaggio di insulti ricevuto su whatsapp o su Instagram, Maria non lo viva con noi? Credete che quell’amico o quella ragazza che ci hanno feriti, Maria non ne sia al corrente? Maria non è troppo lassù per non essere quaggiù: diversamente, proprio perchè Regina degli Angeli e dei Santi, Madre di Dio, Immacolata, Mediatrice di tutte le grazie, ha il più alto grado di purezza, umiltà, modestia e semplicità che una creatura umana abbia mai avuto. E come tale, Maria è una mamma umile, modesta, pura, sempre disponibile per ricevere e ascoltare le lagne del figlio, i dispiaceri, le confidenze sentimentali, le sofferenze e i desideri.

Gesù ci dona Sua Madre. Ed attraverso Lei noi arriviamo a Cristo. Il nostro cuore può essere cristocentrico, con Cristo al centro, ed avere contemporaneamente, immediatamente successiva a quella di Cristo, la presenza di Maria. Perchè la presenza del Figlio non esclude quella della Madre, anzi: la richiede. Come insegna la Chiesa Cattolica, il rapporto personale con Gesù e con Maria co-esistono, abitando nello stesso cuore di carne.

Giovanni 19, 26,27
26
 Gesù allora, vedendo la madre e lì accanto a lei il discepolo che egli amava, disse alla madre: «Donna, ecco il tuo figlio!». 27 Poi disse al discepolo: «Ecco la tua madre!». E da quel momento il discepolo la prese nella sua casa.

Per far entrare Maria nel nostro cuore serve una cooperazione bilaterale; il bene non si impone, Dio non impone. Una chiave è in mano sua; l’altra è in mano nostra. Lei può poggiare la mano sul pomello della porta per entrare, ma siamo noi che dobbiamo aprirle la serratura per permetterle di varcare la soglia e mettere piede a casa nostra. Il rapporto, come ogni rapporto umano, si basa sul principio di consensualità e reciprocità. Lei è lì per noi; e noi possiamo scegliere di essere lì per lei, di accoglierla e di amarla: l’obiettivo finale è il cammino a due per arrivare in Paradiso, noi con Maria. Se l’uomo si decide per Dio, avrà il più grande dono che possa essergli fatto da Dio stesso: la Madonna in persona, colei che ci porta a Gesù.

Ad Jesum per Mariam, ricordatelo!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...