‘Passion of the Christ: Resurrection’, Mel Gibson ne parla: è ancora in fase di pre-produzione

Nemmeno quest’anno vedremo “Passion of the Christ: Resurrection”, il follow-up di Mel Gibson in fase di creazione dal 2016. Originariamente si credeva che lo avremo visto nel 2020, salvo poi subire un ulteriore ritardo, tant’è che si sperava – e credeva – di poterlo vedere nel 2021. Ad oggi, invece, il film è ancora in fase di pre-produzione. Le riprese non sono ancora iniziate. A giugno di quest’anno saranno cinque anni dall’originale annuncio avvenuto nel giugno del 2016.

“Dove eravamo rimasti?”
Il 26 maggio, lo sceneggiatore Randall Wallace, script writer di Braveheart (1995), aveva confermato a Ryan Scott che le discussioni per il sequel erano in corso, affermando “È qualcosa di cui parliamo un sacco. Il mio corso al collegio era di religione e dopo di esso ho fatto un anno di seminario. Il focus principale del mio corso era la Resurrezione. Di fatto il Monte Everest dei film e ne stiamo discutendo tanto. È un progetto molto carico, per cui teniamo le nostre carte al segreto”.

Successivamente, Mel Gibson aveva inviato la terza bozza dello script a Jim Caviezel. Jim ne parlò nell’intervista rilasciata a Breitbart News Daily il 10 settembre, riferendo “Mel Gibson mi ha appena inviato la terza versione, la terza bozza. Sta arrivando. Si chiama The Passion of the Christ: Resurrection. Sarà il più grande film nella storia del mondo”.

Il 17 settembre, Jim Caviezel rilasciò un’intervista a Raymond Arroyo. L’attore, alla domanda “Quando vedremo il film?”, rispose “Mel Gibson non divulga granché, nemmeno al tipo che rappresenterà Gesù (parla di se stesso, Nd Fabio). È un grosso affare. Sta arrivando. Mi ha inviato una bozza. Si può vedere il giorno di inizio: 2016. Poi si vede “luglio 2020”. A quel punto mi ha messaggiato. E mi ha detto “lo script è folle. Sei pronto?”. Ed io ho detto “Oh amico, sono nato pronto”. Ottimo. Poi, a settembre, mi ha inviato una foto che una nuova bozza era arrivata e così ho capito che ci stavamo avvicinando. […] Sarà un parto doloroso. […] Ma non siamo distanti dal farlo”. Dunque Mel Gibson è al lavoro sulla sceneggiatura da più di 4 anni e mezzo!

“Oggi”
L’ultima news è un’intervista che Mel Gibson ha rilasciato a Raymond Arroyo il 30 dicembre 2020. Il topic dell’intervista pubblica riguardava il suo ultimo film, “Fatman”, il Covid, i sequel della sua carriera in arrivo, il 25° anniversario di Braveheart e “La Passione di Cristo: Resurrezione”.

Eccovi il video, dal canale “Libertarian Media Critic”.

Troviamo il discorso su “Passion of the Christ: Resurrection” al minuto 2.03 e 2.28.

  • Al min. 2.03, Raymond Arroyo nomina il sequel di “Arma Letale” e “La Passione di Cristo”, chiedendo dove si trovino i sequel di ambo i film.
  • Al min. 2.06, Mel Gibson risponde “Beh, credo che siano entrambi in fase di sviluppo”. Dopo una breve parentesi su “Arma Letale 5”, Mel Gibson inizia a parlare di “Resurrection”.
  • Al minuto 2.28, afferma “Riguardo The Passion.. Resurrection, ovviamente, è in fase di sviluppo. Il materiale è molto difficile ed è davvero un grande soggetto, come puoi immaginare. Occorrerà un certo lavoro per far sì che funzioni in maniera perfetta; se lo fai, devi andare fino in fondo e dev’essere spettacolare.”

Il film è in fase di pre-produzione, le riprese non sono iniziate e Mel Gibson sembra sia ancora in lavorazione sulla sceneggiatura, in fase di scrittura da quattro anni e mezzo.

Non uscirà nemmeno nel 2021 e la data di distribuzione è attualmente TBA.

Improbabile che si veda nel 2022 – Ci sono possibilità più concrete di vedere il film nel 2023.

Come sempre, io non vedo l’ora.

4 pensieri su “‘Passion of the Christ: Resurrection’, Mel Gibson ne parla: è ancora in fase di pre-produzione

    1. Per caso ti riferisci alla pagina su IMDB? 🙂 Qualora fosse così, la data su quel sito viene posticipata ogni anno e non è propriamente ufficiale, in quanto non fornita dallo studio di produzione (la Icon Production). Attualmente la data di uscita non è stata annunciata. Risulta dunque non ufficiale su qualsiasi altro sito, italiano o estero che sia 🙂

      Ciò detto, è molto improbabile che venga distribuito nel 2022, in quanto le riprese debbono ancora iniziare. Tra la conclusione dello script, la pre-produzione, la principal photography e la post-produzione, ci vorranno almeno due anni a partire da adesso. Conta che il primo, i cui lavori iniziarono nell’estate del 2002 con le riprese che si conclusero l’8 gennaio 2003, uscì il 25 febbraio 2004, rimanendo in post-produzione per un anno. Ora come ora, pensare che il “tutto” possa venire portato a termine in tempo per Pasqua 2022 sarebbe quasi utopistico. 🙂

      "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...