Mira-El

È certamente possibile esprimere la fede attraverso la musica. Tuttavia, cantare le cose di Dio non significa che la propria offerta musicale sia un qualcosa che porti effettivamente a Dio. Cantare Dio non implica che ciò che stai cantando per Lui sia “sicuro, bello, sano”. C’è offerta e offerta.

Per valutare che un’eventuale offerta di musica cristiana sia coerente con Dottrina & Teologia, è strettamente necessario valutare una serie di aspetti. Non basta sentir cantare qualcuno per Dio per affermare che sia di Dio: bisogna far si che ogni aspetto della rispettiva offerta musicale sia teologicamente lecita, in linea con la fede.

Bisogna curare l’aspetto estetico, corporeo, e far si che sia coerente con la modestia biblica. Bisogna far si che i testi siano teologicamente corretti. Bisogna usufruire di modelli musicologici leciti e consoni per cantare le cose di Dio. L’aspetto videografico è essenziale per valutare la validità di un’offerta musicale. Forma e sostanza: entrambe devono essere ottimamente curate e non devono ledere in alcun modo alla Dottrina della Chiesa. Vi sono poi altri elementi che possono essere valutati nel loro insieme.

Nel mondo della christian music, c’è offerta e offerta: non bisogna dire si a tutto ciò che si presenta come musica cristiana. Dio ci ha donato l’intelligenza per separare il vero dal falso e per discernere il bene dal male. Bisogna valutare il singolo artista. Ci sono artisti che si vendono come “artisti cristiani” ma che sono poi sostanzialmente autori di musica per il mondo, portavoce delle cose del mondo e tutt’altro che dalla parte di Dio. Il loro essere “autori cristiani” è aria fritta, non ha poi una consistenza effettiva, concreta.

Ci sono autori di christian music complessivamente validi ed altri che sono “metà e metà”: 50% con Cristo, 50% con il mondo, pur di salvare e preservare la loro carriera. Quest’ultima tipologia di “artista compromesso” non mi piace e non l’approvo: o sei tutto di Dio, o sei tutto del mondo. Non possono esserci compromessi, non esistono mix-up. O l’uno o l’altro.

Luca 16, 13 «Nessun servo può servire a due padroni: o odierà l’uno e amerà l’altro oppure si affezionerà all’uno e disprezzerà l’altro. Non potete servire a Dio e a mammona»

Di recente, ho scoperto una nuova cantante, un’autrice di musica cristiana cattolica, che reputo complessivamente valida e attendibile. Un’artista che merita.

Un giorno, una ragazza dai lunghi capelli biondi, stava osservando il presepe con Gesù Bambino ed i re magi. Scrutando lo sguardo dei re magi, questa ragazza notò che miravano lo sguardo verso Gesù Bambino. “El”, uno dei nomi di Dio nella Bibbia Ebraica. Miravano a Lui, a El. Questa ragazza sentì nel cuore “Mira a El”, guarda a lui.

È un mio personalissimo piacere presentarvi..

Mirael

Una donna, un’artista, in missione per Cristo.

Mirael


“Mirael, cantautrice italiana di genere vario,
un granello di sabbia nel mare di Infinito.
Quando l’Infinito canta
il mio ascolto diventa musica.”

Mirael è una cantante di Ferrara, all’anagrafe Pia Pisciotta, che ha esordito nel novembre del 2019 con l’album di debutto “Sentire l’Amore”, opera musicale cristiana. Ho avuto modo di approfondirla: per ciò che ho avuto modo di vedere, testi e musiche mi comunicano coerenza e attendibilità con la Dottrina della Fede e il progetto sembra essere un’opera d’amore per Dio.

Missione

“Un’opera artistica per raggiungere i luoghi più remoti dell’anima e fare compagnia al pubblico nelle diverse tappe del grande viaggio che è la vita.
Dove gesti e parole non arrivano, può giungere una canzone.” (dal sito ufficiale)

Presentazione

“15 brani dal pop al blues, dal reggae al reggaeton attraverso l’orchestra e i suoni elettronici.
Un mix di stanze molto diverse dove l’anima può finalmente riposare, distendersi nel bello e addirittura tornare a ballare.” (dal sito ufficiale)

Produzione

“Il CD di Mirael “Sentire L’Amore” è stato realizzato presso lo studio di registrazione Suonamidite MixStudio.
Riunisce musicisti professionisti di generi vari in una ricca e originale colonna sonora.” (dal sito ufficiale)

Ho avuto modo di ascoltare una serie di tracce, anche se non nella loro interezza. Quattro per la precisione: “Sentire l’Amore”, “Solo Dio basta”, “Siamo nati e non moriremo mai più” e “Amar y ser amado”.

I brani, mi limito a quelli che ho ascoltato, sono per Dio: uno più bello dell’altro. Questo progetto mi comunica di essere il frutto di una vocazione artistica alla luce del Vangelo.

“Ci sono corde dell’anima che solo la musica può toccare, vuoti che solo l’Amore può riempire”

— Mirael

L’album offre 15 tracce, di cui 15 inediti – composizioni proprie – e nessuna cover. In dirittura d’arrivo presso il bunker isolato in cui vivo, non appena mi arriverà la tanto sospirata ed agognata copia, vi fornirò una recensione completa.

La chicca odierna di natura anacronistica – assolutamente da notare – è l’aver prodotto un album fisico, presentato quale digipack a 3 ante con un libretto interno di 16 pagine. Produrre un album di musica cristiana, attraverso un processo di stampa e distribuzione fisica, il tutto nel mondo odierno, è un atto di amore sostenuto dalla Provvidenza. Sapremo quali avventure Mirael ha passato per la costruzione del suo album.

È possibile, intanto, ascoltare il singolo estratto con relativo videoclip, la title track.

L’acquisto dell’album, al momento che scrivo, può essere effettuato attraverso il sito ufficiale, cliccando sul pallino “Ordina la tua copia su Miraelshop”. Le possibilità sono molteplici, essendoci versioni differenti a costi altrettanto differenti. Non appena avrò in mano la mia copia, tornerò a parlarne ulteriormente ed in maniera definitiva. Continuerò a seguire e a supportare questa nuova cantante di christian music, volto credibile della “canzone per Cristo”.

Nel frattempo, vi anticipo che ho avuto modo di intervistarla e che, di seguito, fra pochi giorni, uscirà la mia intervista esclusiva a Mirael, conclusasi da poco, in esclusiva su theorangeblogger.com!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...