Il PNVD vuole presentarsi alle elezioni parlamentari di marzo 2021: Il popolo olandese reagisce con proteste e petizioni

In un articolo pubblicato il 21 giugno avevo parlato del ritorno ufficiale del partito politico olandese PNVD, altresì conosciuto come il partito della pedofilia – Il pedo parti del Terzo Millennio – scioltosi nel 2010 e riformatosi nel 2020.

QUI SOTTO L’ARTICOLO DI CUI PARLO

Il PNVD, il partito dei pedofili in Olanda, ha annunciato il ritorno: “Begin 2020 keert de PNVD terug”

Tempo fa, di ritorno da Medugorje per capodanno, mentre ero in pullman, mi alzai dal sedile e mi avvicinai ad un mio amico; lui, alzando lo sguardo di sorpresa, senza rendersi conto che mi stessi avvicinando, esclamò “Paura“. Quando ho saputo che il pedo parti olandese avrebbe dichiarato di ritornare sulle scene, a distanza di dieci anni dallo scioglimento, ho avuto un’esclamazione simile a quella … Continua a leggere Il PNVD, il partito dei pedofili in Olanda, ha annunciato il ritorno: “Begin 2020 keert de PNVD terug”

Vota:

La notizia di cui preoccuparsi era il sopracitato ritorno annunciato a gennaio; quella buona, invece, era che, arrivati a giugno, questa ‘materializzazione’ annunciata non era ancora accaduta. Come se fossero nuovamente scomparsi o come se non avessero avuto risorse a sufficienza per proseguire. Della serie: le ultime parole famose…

Proprio in queste ultime settimane, il PNVD ha compiuto il primo passo concreto verso il “grande ritorno” annunciato nove mesi fa: ha presentato la documentazione necessaria per partecipare alle elezioni parlamentari che accadranno in Olanda a marzo del 2021. Dunque il partito è realmente tornato, non è una “fake news” (e non avrebbe potuto esserlo, dato che l’annuncio era avvenuto nel sito ufficiale!) e fa sul serio.

All’indomani dell’annuncio di partecipazione alle elezioni 2021, sono insorte petizioni e proteste pubbliche con ampia partecipazione del popolo olandese – quella parte di popolo che non è certo d’accordo con la lista obiettivi del partito, tra cui la normalizzazione della pedofilia, la possibilità di entrare in relazione sessuale con minori di 12 anni, la legalizzazione delle droghe, la riduzione dell’età maggiore a 16 anni, l’eliminazione del matrimonio, la normalizzazione della nudità pubblica, la normalizzazione della prostituzione a partire dai 16 anni e molto altro (vi ho nominato il 50% circa della lista obiettivi del partito).

Partiamo dalla protesta.
Sabato 12 settembre, centinaia di persone si sono dunque riversate in strada per protestare contro il PNVD (Party for Charity, Freedom and Diversity), il cui obiettivo è di legalizzare le relazioni sessuali con bambini maggiori di 12 anni (e non solo: vedi l’articolo del 21 giugno). Beyza Kilic, una delle organizzatrici della protesta, ha detto: “Vogliamo che il PNVD sia bannato cosicché non abbiano la chance di promuovere i loro obiettivi ovunque”. I protestanti hanno fatto sentire la loro voce contro la normalizzazione della pedofilia, come sta avvenendo un po’ in tutto il mondo. Il team di ruptly.tv ha filmato l’evento pubblico di sabato 12.

Passiamo alla petizione.
Una petizione realizzate per richiedere il divieto del partito è apparsa online il 28 agosto. Ha raggiunto, al momento in cui scrivo, le 691.419 firme, contro le 500.000 di partenza: un risultato straordinario! E di cui esser contenti. Nella speranza che accadano i risvolti necessari per fermare questo partito. Il testo della petizione afferma:

“Immagina di essere un bambino di 12 anni che gioca fuori in mezzo a delle coppie. […] Immagina di poter scegliere se vuoi fare sesso con un uomo o una donna adulti? Da bambino non hai idea di cosa significhi, cosa succede, come funziona tutto, ecc. Un bambino non dovrebbe pensarci affatto. I bambini non dovrebbero dover scegliere se vogliono fare sesso con un adulto, questa scelta non dovrebbe nemmeno essere un’opzione nella loro vita fino a quando non saranno abbastanza grandi e pronti per farlo loro stessi […]. Il PNVD si batte per la legalizzazione del sesso tra bambini e adulti. I bambini non sanno cosa sia il sesso e non possono scegliere se lo vogliono o meno. Chiedilo a te stesso; quando avevi 12, 13, 14, 15 anni, facevi sesso con altre persone? Stavi pensando al sesso con gli adulti? Non ho nemmeno pensato al sesso con i coetanei. Probabilmente sapevo cosa fosse, ma ho pensato che fosse sporco e spaventoso! Il PNVD non dovrebbe essere un partito che partecipa alla nostra società. Non ci si dovrebbe combattere per gli interessi che rappresentano. A mio parere, la partecipazione di una festa come PNVD aumenta il rischio di abusi e verrà distribuita più pornografia infantile. Dopotutto, la rete dei pedosessuali aumenta perché viene data loro una voce. Dobbiamo proteggere i nostri figli da queste persone! Dobbiamo garantire che i nostri figli crescano in un ambiente sicuro senza pedosessuali che vogliono esprimere i loro bisogni e desideri! Proteggi i nostri bambini e lascia che feste come il PNVD siano bandite!”

Se vuoi partecipare,
e firmare la Petizione,
CLICCA QUA.

Beh, qualora ci saranno Rosari da pregare e pugni da alzare al Cielo per protesta, noi ci saremo! Preghiamo e combattiamo contro la normalizzazione della pedofilia.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...