Storia della Novena alla Vergine Maria che scioglie i Nodi

La Novena a Maria che scioglie i Nodi è una delle preghiere di approvazione ecclesiastica più potenti al mondo. Secondo questa preghiera, si mette nelle mani di Maria, Madre di Dio e nostra madre, il nodo della nostra vita, qualunque esso sia, e si da a Lei, il potere di scioglierlo. Ricordatevi che Maria ha il potere di schiacciare il demonio. Se Ella ha il potere di schiacciare la testa del drago antico con il calcagno, cosa sarà mai, per Lei, lo scioglimento di un nodo? Recitate questa preghiera con fede e vivendo in maniera coerente con il Vangelo: la grazia vi sarà data!

Per avere il libretto della novena,
Contatta Luci dell’Est:
Clicca qui!

Storia della novena

All’origine della novena, differentemente da quanto a volte si suppone, non c’è un’apparizione sovrannaturale della Madonna. La novena non nasce da una mariofonia. Ha invece origine da una storia familiare accaduta in Germania. La storia racconta infatti che:

l nobile Wolfgang Langenmantel si era sposato con Sophie Imhoff nel 1612. Pochi anni dopo il loro matrimonio entrò in crisi, tanto che i due sposi iniziarono a considerare l’idea della separazione. Le incomprensioni e i litigi avevano logorato il loro legame e stavano per procurare la rottura definitiva. Prima della completa separazione Wolfgang decise di recarsi a Ingolstadt – a circa 70 km a nord di Augsburg – per consultarti col padre gesuita Jakob Rem.

Padre Jakob, grazie alla sua esperienza e al suo discernimento, ebbe l’illuminazione di affidare la situazione di Wolfgang alla Vergine Maria, invocata col titolo di “Madre tre volte ammirabile” (Mater ter admirabilis), titolo da lui stesso coniato. Il nobile si recò al monastero in quattro occasioni diverse – in un lasso di tempo di 28 giorni – e, grazie alla preghiera recitata alla Vergine Maria in compagnia del gesuita, ottenne dei cambiamenti positivi nella sua situazione familiare.

L’ultimo sabato del mese, il 28 settembre 1615, padre Jakob Rem, mentre stava pregando di fronte all’immagine della Vergine che si trovava nella cappella del monastero, sollevò il nastro matrimoniale dei coniugi Langenmantel, chiedendo che si sciogliessero tutti i nodi. Il nastro, a cui si fa riferimento nel racconto, era legato a una precisa tradizione dell’epoca: durante la celebrazione del sacramento, le mani congiunte dei due sposi venivano legate da un nastro bianco, appositamente preparato, come segno di un nodo invisibile e indissolubile che li avrebbe uniti per tutta la vita.

Ad ogni discussione Sophie aveva fatto un piccolo nodo sul suo nastro matrimoniale; quello stesso nastro, pieno di nodi, fu affidato al padre gesuita per la speciale preghiera. I nodi si sciolsero miracolosamente e il nastro divenne bianco come nel giorno del matrimonio. Dopo questo fatto, la coppia sperimentò gli effetti positivi della preghiera evitando così la separazione. Quindi, il nastro finalmente privo dei nodi indicava il legame coniugale pacificato.

Per ulteriori chiarimenti, clicca qua.

Cosa sono questi nodi?

Quali sono questi “nodi”? Qualsiasi problema rappresenti per noi un nodo che non riusciamo a risolvere. Un nodo può essere la qualunque cosa!

  • I nodi dei litigi familiari, dell’incomprensione tra genitori e figli, della mancanza di rispetto, della violenza; i nodi del risentimento fra sposi, la mancanza di pace e di gioia nella famiglia; nodi dell’angoscia;
  • I nodi della disperazione degli sposi che si separano, i nodi dello scioglimento delle famiglie; il dolore provocato da un figlio che si droga, che è malato, che ha lasciato la casa o che si è allontanato da Dio;
  • I nodi dell’alcolismo, dei nostri vizi e dei vizi di quelli che amiamo, i nodi delle ferite causate agli altri; i nodi del rancore che ci tormenta dolorosamente, i nodi del sentimento di colpa, dell’aborto, delle malattie incurabili, della depressione, della disoccupazione, delle paure, della discordia, del fallimento, della solitudine;
  • I nodi dell’incredulità, della superbia, dei peccati delle nostre vite;
  • I nodi dell’indebitamento, della ricerca di un alloggio, della tristezza, del divorzio, delle preoccupazioni finanziarie, dello stress, della solitudine.
Come funziona

1. Fare il segno della croce.
Nel nome del Padre,
del Figlio
e dello Spirito Santo

2. Recitare l’Atto di Dolore.
NON è l’Atto di Dolore tradizionale.
L’Atto di Dolore è il seguente:

Mio Buon Gesù,
che per me sei morto sulla Croce,
abbi pietà di me perdona i miei peccati
e dammi la Grazia di non peccare mai più.

3. Recitare le prime tre decine del Rosario.
(1) Padre Nostro
(10) Ave Maria
(1) Gloria
(1) Gesù mio…

4. Leggere la meditazione propria di ogni giorno della novena (una al giorno per nove giorni consecutivi)
Cliccando nel link in fondo all’articolo troverai la novena completa con le meditazioni giorno per giorno incluse.
In alternativa, puoi richiedere il libretto a Luci dell’Est.
In alternativa, puoi reperire la Novena in qualsiasi altro sito sul web.

5. Recitare le due ultime decine del Rosario
(1) Padre Nostro
(10) Ave Maria
(1) Gloria
(1) Gesù mio…

6. Terminare con la Preghiera a Maria che scioglie i nodi e le intercessioni
Cliccando nel link in fondo all’articolo troverai la novena completa con le preghiere finali incluse.
In alternativa, puoi richiedere il libretto a Luci dell’Est.
In alternativa, puoi reperire la Novena in qualsiasi altro sito sul web.

COMINCIAMO LA NOVENA!
COMINCIA OGGI, NON DOMANI!
MARIA NON VEDE L’ORA DI SCIOGLIERE IL TUO NODO! STA FREMENDO!
NON RITARDARE CIÓ CHE POTREBBE ACCADERE QUANTO PRIMA!

MARIA È LÍ CHE ASPETTA CHE TU LE DIA IL NODO!

CLICCA QUA PER INIZIARE LA NOVENA

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...