“Faces of Choice”: Il nuovo spot pro-vita realizzato con 14 persone sopravvissute all’aborto

Sono un anti abortista e un pro-lifer sfegatato. Come tale, mi coinvolgo e mi lascio coinvolgere nell’ambiente pro-vita e supporto tutte le opere, i pensieri e le attività che siano a favore della vita e contro l’aborto. Eccoci dinanzi un’opera pro-vita: “Faces of Choice”, il nuovo spot contro l’aborto pubblicato il 22 gennaio 2020.

Quando qualcuno desiderare creare un’opera per difendere la vita e combattere l’aborto, Dio apre le porte. Quando due o più sono riuniti per l’obiettivo pro-life, Dio è con loro. Si arriva alla verità di fatto che la vita nasce nel momento del concepimento attraverso un processo scientifico. Al tempo stesso, è possibile riconoscere questa verità specifica anche solo leggendo le Scritture. Il valore pro-life ha un fondamento teologico: è Dio stesso che ne rivela il fondamento.

Geremia 1 – 5 «Prima di formarti nel grembo materno, ti ho conosciuto; prima che tu uscissi alla luce, ti ho consacrato; ti ho stabilito profeta delle nazioni» 

Isaia 49 – 1 «Ascoltatemi, o isole, udite attentamente, nazioni lontane; Il Signore dal seno materno mi ha chiamato, fin dal grembo di mia madre ha pronunciato il mio nome»

Giobbe 31 – 15 «Chi ha fatto me nel ventre materno, 
non ha fatto anche lui? Non fu lo stesso a formarci nel grembo?»

Deuteronomio 27 – 25 «”Maledetto chi accetta un regalo per condannare a morte un innocente!” Tutto il popolo dirà: “Amen”»

Il 22 gennaio è uscito il nuovo spot promozionale prodotto negli Stati Uniti dal movimento Faces of Choice per combattere l’aborto e risignificare la gravità morale dell’omicidio che le madri commettono sui loro stessi figli prima ancora che nascano. Il video è stato realizzato con 14 sopravvissuti all’aborto nati in USA, Uganda, Filippine e Ungheria tra il 1952 e il 2013 ed è stato presentato al March for Life 2020.

“Faces of Choice” è un progetto di origine statunitense creato attorno alle vite che sono sopravvissute ad un tentativo di aborto – persone da ogni parte della terra che oggi vogliono dirvi “Siamo nati e non moriremo mai più”. Vite che un giorno qualcuno ha cercato di sopprimere e che oggi, invece, sono vive e popolano la terra, ognuno con una propria missione.

Faces of Choice è nato per portar luce a quei superstiti che sono passati sotto silenzio: coloro che furono abortiti ma che sono sopravvissuti.”
Lyric Gillett

Il 27 gennaio, nella propria pagina Facebook ufficiale, Faces of Choice ha riportato una serie di difficoltà avute con FOX per mandare in onda uno spot da 30 secondi durante il Super Bowl della domenica. Il movimento ha ribadito le complicazioni avute nella diffusione dello spot nella propria pagina. Eccovi uno screenshot.

A causa delle difficoltà avute per mandare in onda lo spot durante il SBS (Super Bowl Sunday), Faces of Choice ha collaborato con My Faith Votes, un’organizzazione politica di destra, per lanciare una petizione affinchè la FOX permetta la distribuzione dello spot durante il Super Bowl.

Se lo desiderate, potete firmare anche voi.
L’hanno già firmata 56.861 persone.

Secondo quanto reca il testo della petizione, i vertici societari FOX avrebbero giustificato il rifiuto di mandare in onda lo spot per mancanza di spazio (gli slot disponibili dove integrare eventuali nuove pubblicità sarebbero stati pieni) – mentre, come esposto da FoC e MFV, non sarebbe esattamente così.

Di quanto successo, se n’è occupato CBN, sito di informazione cristiana.

Ne ha parlato anche Life Site News, da sempre autori di informazioni non soggette alla deformazione imperante che regna nei media.

“L’obiettivo principale dello spot è di mostrare la scelta nell’americano di ogni giorno – di essere in grado di guardarlo negli occhi. È ironico e oltretutto frustrante per me che i sopravvissuti all’aborto non abbiano avuto voce in campo dal momento del concepimento e adesso i media stanno facendo la stessa cosa”

Gillett, CBA

“Il nostro team ha lavorato duramente per mesi per avere una versione breve dello spot per il Super Bowl 2020 ma il network si è rifiutato di darci una risposta chiara. Stiamo attualmente valutando altre opzioni e altri spazi e stiamo parlando con altri networks”

Life Site News

Lo spot è nato, si è diffuso ed è stato accolto con fervore.

Dr. Imre Téglásy (Ungheria, 1952)
Paula Page (U.S., 1954)
Miriam”Penny” Hopper (U.S., 1955)
Denisha Workizer (U.S., 1976)
Melissa Ohden (U.S., 1977) Jennifer Millbourn (U.S., 1978)
Jennifer Callender (U.S., 1980)
Claire Culwell (U.S., 1988)
Hope Hoffman (U.S., 1991)
Josiah Presley (U.S., 1995)
Asiimwe Ronald Williams (Uganda, 1997)
Dona Marie Mendoza (Filippine, ?)
Jaylyn Schoch (U.S., 2003)
Zechariah Hagan (U.S., 2013)

Dio vi benedica!

Un pensiero su ““Faces of Choice”: Il nuovo spot pro-vita realizzato con 14 persone sopravvissute all’aborto

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...