Il governo comunista cinese irrompe in una Chiesa di Shanghai

La notizia deriva da chinaaid.org ed è stata pubblicata il 7•12•2019. È stata successivamente riportata, in versione estesa, da lifesitenew.com ad opera dell’autrice Dorothy Cummings McLean e pubblicata in data 10•12•2019

È successo domenica 1 dicembre 2019, in Cina, città di Shanghai – Il governo comunista cinese ha chiuso una chiesa cristiana – un’altra ancora. Agenti del Governo sono entrati nella Shanghai’s Wheat Church, interrompendo il servizio liturgico che si stava svolgendo sul momento. La predicazione è stata bloccata, la chiesa è stata chiusa ed i fedeli sono stati espulsi. Gli emissari del regime comunista hanno accusato la comunità di tenere attività religiose in sede illegale.

Secondo le leggi che regolano le attività religiose in Cina, le suddette possono prendere parte soltanto in sedi approvate, secondo le disposizioni legislative del governo. Le suddette locazioni vengono poi monitorate dalle autorità ed agiscono in piena obbedienza al governo. Per questo, secondo gli agenti di stato, sarebbe stato effettuato il raid. 200 persone circa sono rimaste dinanzi la chiesa, sulla strada, continuando a cantare e a pregare.


Riporto questa news per due motivi. Il primo – è bene che si sappia per rendere consapevole il prossimo di cosa succeda al proprio fratello nella fede e far sì che preghi dinanzi casi analoghi, avviando una colletta di preghiera. So che è successo e dunque prego nel silenzio di camera mia. Il secondo – si spendono milioni di miliardi di byte, espressi in parole, per parlare delle più grosse bolle di sapone artificiali del pianeta; la professione del giornalismo viene usufruita – sprecata – per parlare di quale rossetto usi tal dei tali e con quale donna stia l’attore americano di turno; quando invece ci sono di mezzo persecuzioni sui cristiani, sofferenze individuali e violazione dei principi naturali della morale, da noi e nel mondo si sente poco o nulla, come se l’argomento non fosse utile per il fatturato. È bene riportare, evitando di veicolare odio, divisione, mormorio e astio, per poi pregare e far pregare.

L’unico, in Italia, ad aver riportato la notizia e ad essersene occupato dovrebbe essere stato Sabino Paciolla, nel suo blog, con articolo tradotto a cura di Riccardo Zenobi. Dunque preghiamo per coloro che in altre parti del mondo subiscono quanto accaduto.

Ave Maria
Piena di grazia
Il Signore è con Te
Tu sei la benedetta fra le donne
E benedetto è il frutto del tuo seno, Gesù
Santa Maria
Madre di Dio
Prega per noi peccatori
Adesso e nell’ora della nostra morte
Amen

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...