Come ho capito che Harry Potter viene da Satana | Ep. 1 – “Harry Potter è satanico” mi disse un giorno un mio caro amico.


Era una sera dell’estate 2015. Mi trovavo insieme a due amici, che qui, in questa sede, soprannominerò C e G. Eravamo seduti su una sedia a dondolo, li giacenti mentre il vento estivo volgeva al termine in una calda serata di luglio e che poco o nulla accarezzava i nostri volti. Tutto giaceva nel silenzio: non c’era vento che potesse rinfrescarci o suono ambientale che potesse distrarci. Eravamo solo noi tre, in un piccolo angolino di mondo dove non passa anima. Sperduti, per conto nostro, ognuno con le sue croci, le sue speranze e i suoi sogni.

Lì seduto, con al mio fianco G, mentre il secondo giaceva dinanzi a noi nel silenzio, parlavamo del più, del meno e del “tutto”, pronti a darci battaglia su chi dei due avesse ragione sulla qualsiasi cosa esistente dell’universo. I discorsi erano vari: oggettività e soggettività della bellezza fisica, il peccato originale, l’esempio della mela, la destinazione salvifica di Adamo ed Eva, la trasfigurazione in Paradiso, la ribellione di Satana, la dannazione, il peccato impuro, la fisica balistica, il proiettile e la legge gravitazionale, l’esercito e la difesa, la volontà di Dio, l’abbandono dei videogiochi, le categorie pro delle discipline digitali, il joypad e la tastiera… fino a quando, il nostro amico, che nel silenzio giaceva, non intervenne buttandola lì dopo quasi 50 minuti di astinenza da qualsiasi discorso.

C aprì così bocca e parlò: “Si dice anche che Harry Potter sia satanico”. Non l’avesse mai detto.

Dinanzi a lui aveva due poli opposti: io, fan sfegatato di Harry Potter, strenuo difensore di questa saga, e G, avverso a questa saga dopo aver letto le dichiarazioni di papa Benedetto XVI e padre Amorth. Nacque una delle discussioni più accese e infuocate che abbia mai avuto in vita mia: da farmi tremare dal nervoso dall’inizio alla fine. I toni si accesero fin da subito nel momento in cui dissi “No, non lo è”; iniziò una battaglia senza fine che si sarebbe portata avanti fino ed oltre la mezzanotte. Per me era ovvio: dovevo vincere io.

“Non è satanico perchè lo dice padre Amorth! E’ pur sempre un essere umano e non è l’opinione ufficiale della Chiesa! Può sbagliare anche lui!” feci io.
“Ma va! E’ più che attendibile! Sicuramente più di te!” rispose G.
“Hei! Non mi sottovalutare! Io sono un esperto di Harry Potter, so quello che dico!”
“Quindi hai ragione più tu di papa Benedetto XVI e padre Amorth?? Sei fuori Fabio??”
“Non dico che sono più esperto di loro, ma magari non l’hanno manco letto!”
“Ma smettila!”
“Ti dico che è apposto con il cattolicesimo! Il Vaticano si dichiara tollerante!”
“Dov’è che si dichiara tollerante, ignorante?”
“In un articolo ufficiale della Santa Sede!”
“Ma va! Tutto da vedere”
“Senti, non c’è alcuna correlazione tra HP e il satanismo!”
“Ma se è tutto un incantesimo!”
“L’hai mai letto? NO! Ti sei appena fregato bello!”
“Ma lo so! Non c’è bisogno di leggerlo per saperlo! Mica devi andare in Egitto per sapere che ci sono le Piramidi!”
“E invece si che bisogna leggerlo! Bisogna fare un esperienza scientifica per ottenere delle informazioni corrette, derivanti da fonti scientifiche oggettive! Le Piramidi le vedi, le informazioni di HP sono nascoste tra le pagine e vanno LETTE! Cosa che tu non fai!”
“Eh??? Fonte scientifica oggettiva?”
“Vedi! Non capisci!”
“Parla italiano ignorante!”
“Se non capisci un linguaggio colto ed esperto come il mio, il quale elabora il pensiero umano ben oltre gli standard del comune, non è colpa mia! Ignorante!”
“Pff! Mi fai solo ridere!”
“Ma dimmi un po’: l’hai mai letto? Hai assorbito, analizzato e decodificato le informazioni intellettuali di codesta opera?”
“Eh?? Decodificato? Ma che stai dicendo? Mamma mia, sei insopportabile!”
“SENTI! Ascoltami e rispondi!”
“No, non l’ho mai letto e mai lo leggerò!”
“Ti sei auto-fregato! Come fai a decretarlo satanico, in oggettività dinanzi a Cristo, se non l’hai mai letto! Ciò è implicitamente illogico e contraddice i principi di logica analitica cinquecentesca!”
“Ma per favore! Parla italiano ignorante!”
“Tu non capisci e svii, attaccando il portatore dell’opinione e non l’opinione! Sei a secco di argomenti, bello!”
“Ma smettila! Leggiti le dichiarazioni di Amorth e Benedetto XVI, piuttosto!”
“Già lette! Mancano di argomentazione concettuale obiettiva; distribuiscono opinioni affermative non argomentate le quali non dimostrano in oggettività il presunto satanismo dell’opera!”
“Continui a fare discorsi complicati senza senso! Mamma mia Fabio!”
“Ma smettila!”
“E poi c’è anche una testimonianza di una che dice che dopo aver letto HP il figlio è diventato un drogato!”
“Non c’è alcun nesso correlato scientifico! Allora domani io dico che è colpa della mia sedia, acquistata al mattino, se al pomeriggio sto male! Mamma mia siamo nell’ignoranza qualunquista più totale!”
“Tutti quelli che hanno letto HP hanno avuto problemi!”
“NO! NO! NO! Io e MILLE altri, tutti i miei compagni di scuola, siamo cresciuti con HP e non abbiamo mai avuto problemi!”
“Ah si? Quindi hai sentito i tuoi amici? Sai che fine hanno fatto? Uno ad uno?”
“OVVIO! Infatti ne sentivo uno proprio l’altro giorno!”
“Ma per cortesia, ti inventi pure gli amici ora!”
“E tu li hai sentiti questi di cui parlo, ci hai messaggiato, parlato?”
“Ma va va! Non li senti nemmeno tu!”
“Si invece! E non lo sai!”
“E poi quel libro è tutto un incantesimo, tutta magia, proibita dalla Sacra Scrittura!”
“Ma è finta! Se metti in atto quella roba non accade nulla! Non c’è alcuna correlazione tra la magia trascritta e la possibilità che dal vivo accada qualcosa”
“Che ne sai? Hai mai provato?”

Continuammo così per una buona mezz’ora. Di quella discussione, subito dopo, mi rimase un nervosismo smisurato, visibile ad occhio nudo: tale era il nervoso, che tutta la mano mi tremava come non mai e le dita, da sole, mi facevano entrare e uscire dalla cartella “messaggi” del mio cellulare in modo furioso e tempestivo. Tant’è che G se ne accorse e dovette poi dirmi: “Che fai? Entri ed esci dalla cartella SMS di continuo?”.

Rimasi nervoso per il resto della serata. Rimanemmo entrambi nella propria convinzione. Per me, Harry Potter era la più grande saga al mondo; per lui, veniva da Satana. Io rimasi convinto e ben barricato dietro le mura delle mie argomentazioni, ultra difeso da concetti ultra elaborati con i quali mi difendevo. Ma, quella sera, dopo la discussione con G, qualcosa accadde. Perchè, proprio dopo quella sera, nel mio cuore rimase un dubbio, incollato con il cemento e che mai più sarei riuscito a togliere dalla mia anima. Mi entrò un dubbio pesante quanto la materia solida, qualcosa di realmente forte, massiccio, presente non nel corpo ma nell’anima; un dubbio puramente spirituale. Uno di quelli che lo Spirito Santo ti mette a forza attraverso una persona e che ti fa rimanere dentro senza schiodarti fin quando non cambi idea.

Un dubbio che mi rimase per oltre un anno e mezzo, fino al trimestre 2017. Dopo quella sera, nacque un periodo di riflessione che mi avrebbe portato a cambiare completamente idea. Soltanto un anno più tardi, avrei effettivamente scoperto e appurato che Harry Potter non viene da Dio, che è una saga satanica e che, per di più, il mio amico aveva ragione. Eccome se ne aveva. Non che ne avesse per meriti propri; si era pur sempre fidato dell’opinione di qualcun altro. Ma aveva ragione lui. Racconterò il mio percorso di distacco da questa saga infima. Le reazioni del mondo sono pronte per essere scagliate contro di me e già mi sento come quei 300 che si difendevano dietro le mura del fosso di Helm contro 10.000 Uruk Hai. Me ne frego. Prossimamente, i due passi che mi hanno svegliato, portandomi alla verità: si tratta di un passo intellettuale e di uno spirituale che ho vissuto tra il 2016 e il 2017. A presto!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...