Poesie e pensieri di F. Alan Ghino | #Ep.7


Settima puntata con il poeta Ghino. Di recente è stato visto lungo i porti d’Italia ad osservare il mare e a desiderare di partire in nave per un lungo viaggio. Chissà se questo si avvererà mai?

Poesie

Pacchetti di vite

Vite inscatolate,
impacchettate,
incatenate in famiglie artificiali,
in lavori occasionali per far carne da macello
per produrre e consumare,
per disperdere ogni amore.
Ogni notte ritornare per cercarla in qualche mare,
quella vita accarezzata, non compresa, non vissuta.
È la storia che ripete un copione recitato
da milioni di persone protagonisti per errore,
comparse ad esse stesse, scomparse in poche curve.
Aprimi il cassetto, chiudi quella porta,
regalami un sorriso, non cercarmi che son morta.

Orizzonte

Quante volte son passato davanti a quel posto
ignorando che sarebbe stato importante.
Quante volte son passato davanti a quel posto
dimenticando quanto fosse stato importante.
Quante volte ci passerò ancora..
e di fronte sempre il mare.

Cima Vioz

C’e sempre una montagna sul mio orizzonte
con un dolce declivio e una cima solitaria
raggiungibile ma lontana
con verdi prati e alberi sparsi.
Mi immagino sempre salirla con passo deciso
e giunto alla vetta fermarmi a meditare contemplando il paesaggio,
mentre il vento mi scompiglia i capelli.
Non saprò mai il nome
e non voglio nemmeno saperlo.
Mi piace pensare sia sempre la stessa,
quella cima mai raggiunta in fanciullezza,
che mi segue e mi invita in ogni posto che vado
a puntare in alto e,
seguendo il suo invito,
a guardare il cielo.

Anima ligure

Ancora bianca
ma solcata da lacrime amare
e infetta dal veleno di un viaggio clandestino,
spera di trovar ristoro in un tempio bizantino.
E attraversando Saba per raggiungere Israele
è attraversata da pensieri puerili
sulla sorte degli oggetti e sul loro uso ,
così che quasi cantando entra nella piazza
per poi uscirne al giunger della folla,
informe ma ottimale,
prudente,
al passar del corteo regale di drappi e di drappelli
di soldati etiopi con cappelli da marine.
Era un giorno d’irreale follia,
di sospiri cruenti e ordinari incidenti,
ella sola, ma non disperata,
ancora appesa a una speranza d’amore,
si volge ad est
e riassapora il candore.

Lo spirito dell’acqua

Piccoli frammenti di cielo
scaturiscono da ogni battesimo
e nell’ acqua splende il sacramento di purificazione
in ogni momento, in ogni occasione.
Splende la sua luce e lava i corpi,
penetrandoli del creato,
rigenerando ogni tessuto.
Anche l’anima è giovata,
e risplende come nuova,
terminata la nuotata.
E respirando l’aria nuova e brillando nella sera
si rialza un dolce canto di amore e di attesa,
verso quel Creator sì grande che la materia ha generata
e assai splendida e preziosa, così l’acqua, Egli l’ha pensata.
E si ritorna sospirando
al giorno in cui il tuffo
non sarà più nella perla del creato,
ma nella densità dell’Amore.

Pensieri

  • La pratica eroica e coerente delle virtù è l’unica via che rende un uomo veramente libero.
  • Ogni morte porta in sé il seme di una risurrezione.
  • Ho sempre dovuto ricucire le mie ferite da solo e, come al solito, ho fatto un lavoro di merda.
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...