Medugorje | Messaggio del 2 aprile 2018


Messaggio 

Cari figli, per mezzo del grande amore del Padre Celeste, sono con voi come vostra Madre e voi siete con me come miei figli, come apostoli del mio amore che senza sosta raduno attorno a me. Figli miei, voi siete quelli che, con la preghiera, dovete abbandonarvi in totalità a mio Figlio, affinché non siate più voi a vivere, ma mio Figlio in voi; in modo che tutti quelli che non lo conoscono, lo vedano in voi e desiderino conoscerlo. Pregate che vedano in voi umiltà decisa e bontà, disponibilità a servire gli altri; che vedano che voi vivete col cuore la vostra vocazione nel mondo, in comunione con mio Figlio. Che vedano in voi mitezza, tenerezza ed amore verso mio Figlio, come anche verso i vostri fratelli e sorelle. Apostoli del mio amore, dovete pregare molto e purificare i vostri cuori, in modo che siate voi i primi a camminare sulla via di mio Figlio; in modo che siate voi i giusti uniti dalla giustizia di mio Figlio. Figli miei, come miei apostoli dovete essere uniti nella comunione che scaturisce da mio Figlio, affinché i miei figli che non conoscono mio Figlio riconoscano una comunione d’amore e desiderino camminare sulla via della vita, sulla via dell’unità con mio Figlio. Vi ringrazio.

Riflessione

Figli miei, voi siete quelli che, con la preghiera, dovete abbandonarvi in totalità a mio Figlio, affinché non siate più voi a vivere, ma mio Figlio in voi; in modo che tutti quelli che non lo conoscono, lo vedano in voi e desiderino conoscerlo.

Se Maria non ci donasse lo strumento per attuare le sue parole, i suoi messaggi sarebbero privi di esempi pratici, di metodologia, per poter far si che quanto ella dice possa venire realizzato. Non capita mai un messaggio senza che nello stesso venga esplicato, pur semplicemente, il come. Se infatti Maria chiede totale abbandono a Suo Figlio, non si limita ad esprimere questo desiderio materno, proiezione della Volontà Divina, ma aggiunge il modo per far si che cio’ avvenga: la preghiera. Maria vuole totale abbandono e al tempo stesso ci ricorda come questo puo’ avvenire: pregando. Più si prega, maggiore è la possibilità di ampliare il cuore a Cristo, fino a che egli non avrà maggior spazio nella nostra anima. Così facendo si costruirà, gradualmente e nel tempo, l’unione tra persona e Cristo. Solo così gli altri potranno vedere Cristo in noi. Se una persona cammina senza Cristo, l’altro non potrà vedere un autentica testimonianza di Cristo. Cristo nel cuore modifica atteggiamenti, mentalità, comportamento. Con lui nel nostro cuore, si potrà divenire un esempio di persona cristiana; persona che potrà poi fungere da ponte tra lui e Cristo.

Apostoli del mio amore, dovete pregare molto e purificare i vostri cuori, in modo che siate voi i primi a camminare sulla via di mio Figlio; in modo che siate voi i giusti uniti dalla giustizia di mio Figlio.

Siamo noi i primi, ed è proprio così. Direi logico: siamo coloro che leggono i messaggi di Maria, che giungono a Medugorje, che si radunano attorno al Podbrdo. Se non siamo noi i primi ad attuare i desideri della Mamma Celeste, che porta a noi la volontà di Suo Figlio, chi potrà mai esserlo? Noi che per primi giungiamo a Medugorje, ci professiamo cristiani, ascoltiamo i suoi messaggi, dobbiamo far partire questo piano celeste. Per far si che giunga al prossimo. Ed il prossimo, nella tenebra o nella totale assenza di Dio, vedendo in noi un portatore di luce, potrà vedere Cristo. Gesù ha bisogno di apostoli da cui partire per arrivare al prossimo.

Annunci

2 pensieri su “Medugorje | Messaggio del 2 aprile 2018

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...