Poesie e pensieri di F. Alan Ghino | Ep. #4


Il nostro Alan scrive poesie ed aforismi ad una velocità tale e ha un ritmo produttivo così accelerato che mi costringe a sfornare episodi in continuazione, facendo decadere i limiti di pubblicazione mensile del suo materiale e portandomi al quarto volume dei suoi lavori nell’arco di neanche due settimane! Ed è così che a poco tempo di distacco dall’episodio 3, come una trilogia che si chiude e si predispone per divenire quadrilogia, ecco a voi la quarta puntata dell’artista ignoto più virale del web.

Poesie

Azzurro

Come i tuoi occhi,
come il cielo,
che ammiri spesso dalla finestra.
Pensavo che la bellezza
fosse un inganno del tempo, un’illusione,
e  invece ti ho vista oggi
ad ottant’anni
ed eri proprio tu,
comunque bella.

Smell of paradise

Ogni tanto mi avvolge
il profumo del paradiso,
una sua lontana fragranza
tra ricordo e speranza.
Sono i giorni più belli,
arricchiti e perfetti,
dove il Sole
scalda e non brucia,
dove il mare ti bagna
e ogni lacrima asciuga;
resto qui a attraversarlo
e respiro il suo incanto,
guardo il cielo e riprendo
a portarlo nel mondo.

Nostalgia

Non sei più qui,
non tornerai,
sei andata via
e mi hai lasciato solo con la nostalgia;
non so più dove sei
cosa fai
so soltanto che da me non tornerai.
La nostalgia è qualcosa che
non va più via,
la troverai la porterai
comunque sia,
sarai lì in quel posto oramai
che di noi sempre mi ricorderà.
Dal ponte io ti vedo e tu sei sempre lì
con quel sorriso e non capisco come mai
non so più dove sei cosa fai
so soltanto che da me non tornerai.

Cercavamo un posto

Per le vie
di Roma capitale
cercavamo, io e te,
solo un posto per mangiare
tra un indiano ed un fast food
cercavamo solamente
un posto un po’ normale;
non lo eravamo noi,
almeno un po’ il locale…
Capitiamo un ristorante
la signora che ci guarda
noi chiediamo “è pizzeria?”
“Si ma il cuoco è andato via
Se volete c’è la pasta”.
Noi pensiamo che va bene
cercavamo solamente
un posto un po’ tranquillo
cibo buono e buon servizio
e qui va bene, c’è silenzio.
Poi scambiamo due parole,
non ricordo bene quali,
ma la voce è ancora in cuore.
Ed arriva la signora
con in due piatti pasta al sugo,
non ricordo più il sapore,
ma ricordo il tuo profumo;
io ti guardo mentre mangi
e mi sembra di gustarti
alla prima forchettata,
tu mi osservi e mi rimandi
la medesima impressione.
Sono passati ormai quei giorni
ma ricordo bene come
ho goduto più a mangiarti
che con te fare l’amore.

Deposizione

Squarciato dall’Amore
rimango inerte
a perdere colore.
Imbiancheranno i  tuoi sorrisi,
neri resteranno i miei capelli;
come neve
si scioglie la vita,
come pietra
diventa il mio cuore,
sgorga ancora dalla ferita
il prezzo da pagare.
Non ho avuto la risposta,
sono freddi i miei occhi,
sono morti i sospiri,
son finiti i miei giorni.
Concluso è in un lamento
Il mio intimo tormento,
si è spezzato in una lancia
l’antico giogo del nemico.
E ora a terra il mio corpo,
gettato in un sepolcro,
chiuso dentro ad una grotta
ogni progetto ed ogni sogno.
Nella fine e il fallimento
è la nuova chiave all’uomo
per raggiungere il suo porto
per entrare dentro il Regno.
Il buio dell’oblio
ed il nulla di chi è morto
trasfigurerà domani
la luce del Risorto.

Pensieri

  • Quando un contenuto riesce a suscitare nella persona la commozione e il sorriso allo stesso tempo significa che in esso è presente una grande verità.
  • Ci ho provato qualche volta a provare odio e disprezzo per qualcuno ma alla fine, dopo poco tempo, finivo solo col sentire profonda pena e compassione.
  • Avere verso il proprio prossimo lo sguardo di tenerezza che Dio ha su ciascuno di noi è la caratteristica che trasforma un uomo in un Santo.
  • Perchè una persona sia degna della mia stima deve prima essere morta almeno una volta.
  • La più piccola delle gioie dello spirito supera di gran lunga le più grandi gioie che il mondo può offrire.
  • Non mi fermo a disprezzare nessuno poichè Cristo ha redento tutti.
  • Chi si svende per due soldi, o anche per tutto l’oro del mondo, non conosce il prezzo che Dio ha pagato per lui.
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...