Poesie e pensieri di F. Alan Ghino | Ep. #3


Terza puntata con il poeta e aforista F. Alan Ghino. Nell’ultimo periodo, il nostro Alan ha scritto poesie mentre era impegnato con il lavoro e le faccende del quotidiano. Così, tra un giro e un altro, è riuscito a sborsare nuove poesie e nuovi aforismi. Questo è il frutto della sua ispirazione mistica.

Poesie

Fiori d’arancio

Considera noi,
ignoranti se vuoi,
immersi
in un mare di versi
a scavare
le anime altrui.
Non era forse un gioco?
Eppure è reale,
un gioco di carte,
sotto a chi tocca.
Magari il Tempo
Ci dirà chi siamo,
magari un tuono.
Saremo persi,
per valli e campi,
e d’improvviso
il lampo
e la pioggia
ci inonderà di sensi,
perduti, se vuoi,
ma ritrovati in noi.
E non chinar
la spalla
se ti rode la vita,
sorridere è sciocco
ma qualche volta aiuta.
Sei tu l’amico
O l’interposta persona?
Ma non importa,
prendi la penna
e suona.

Nonna Anna

A te oh nonna,
sai, mi manchi;
la tua presenza,
il tuo ricordo,
ancora colmano la casa.
Il tuo sorriso,
la dolcezza dei tuoi occhi…
la vita semplice,
mista all’innocenza di noi bambini.
E la nostalgia
che riempie il cuore
per averti salutata
troppo presto,
con l’immagine impressa
di te che te ne vai.
Coraggio di leone
donna forte di Sicilia,
Anna il mistero del tuo nome,
da ogni parte lo si piglia
resta uguale e non muta,
porta vita a mille Miglia.
Dolce madre e dolce nonna,
di consiglio e di saggezza
non svanisce il tuo ricordo
resta eterna ricompensa.

Parole e ricordo

Parlami ancora
di quella via
che amavi
percorrere sola,
di quella volta
che ti sei persa
dopo la scuola,
parlami ancora
di quel sogno
da bambina
e della casa degli zii,
di quella stanza
dove non sei entrata mai.
Parlami ancora,
dell’albero di prugne
e di quella calda estate,
dei tuffi e le comete
della torre in riva al mare.
No non dirmi che sei stanca
o non dirmi dove hai male,
parla ancora dei ricordi
di quei giorni mai banali
fammi scintillare gli occhi,
come i tuoi,
al rimembrare.
Parlami ancora,
una volta sola,
porterò la tua voce
là dove essa
vola ancora.

Cirenei d’amore

A me mancan le parole
o forse non le ho avute mai,
il tuo sorriso che mi abbaglia,
io combino solo guai:
è soltanto un’illusione
l’emozione che mi dai
o è un indizio della vita
per poter sperare un noi?
Può tradire il sentimento,
può anche esser solo un caso,
può confondere l’amore
o arrivare all’improvviso.
Ma non è una mia opinione
Quel che provo se ti vedo,
o è uno scherzo del destino
o ci sarà qualcosa dietro.
Non lo so ma l’incertezza
e tutto quello che non vedo
già mi bloccano il pensiero
e mi abbandono al quotidiano,
adempiendo il mio dovere
“spero che ci rivediamo”.
Volerti bene sai
Non è difficile per me,
odiarti non potrei
se non per due giorni o tre.
Amarti è il desiderio
che più mi fa paura
ma un pensiero mi conforta
quando la salita è dura,
sarà Dio la nostra forza,
Lui la comunanza vera.

San Tiago

Nella strada polverosa
tanti i Santi
per la via,
tra passati
eppur presenti
in chi mi indica il cammino
chi mi porge il suo sorriso
tante strade in una sola,
cerco ancora
quella mia.
Non vi è strada
più bella,
più dura
e più sincera
di quella verso
Campo stella,
una via quasi soave,
per il cielo
è un’astronave.
Autostrada verso il cuore
muove il tempo
e nuove aurore;
mutan tempi,
anni e stagioni,
pellegrini,
regni e canzoni,
resta uguale
la sorpresa
di chi si lascia
incantare,
dell’anima indifesa
che dall’infinito
lascia scuotere
il suo amore;
non dimentica
luci e colori,
lampi, tuoni,
nebbie, lune,
occhi e cuori.
E qualche volta
torna un po’ di nostalgia
per un cammino
che non finisce mai.
Torna pure là,
oh mente mia,
se vuoi
a ripercorrere la via;
chilometri e chilometri
di Fede e di poesia.

Luna

Forse i nostri occhi
si sono incrociati,
stanotte,
guardando la Luna.

Pensieri

  • Se tutti dicono B devo assolutamente dire A. Quando tutti diranno A dovrò a tutti i costi gridare C.
  • Riconoscere il tuo volto e sceglierlo sempre, tra milioni di altri, è l’esercizio d’amore che vorrei ancora fare con te.
  • Mentre il corpo cerca la quiete l’anima cerca sempre nuove sfide, per poter crescere ancora.
Annunci

5 pensieri su “Poesie e pensieri di F. Alan Ghino | Ep. #3

    1. La migliore dici? C’è chi preferisce la prima. Chi invece la seconda. Il terzo porta sempre con sé un fascino di aspettativa, un carico artistico e di individualità distinta e una serie di caratteristiche implicite che riesce a produrre perlomeno un principio di ammaliamento.

      Mi piace

    1. Ciao caro visitatore, sono felice che ti siano piaciute. Se non sei mai entrato prima, benvenuto! Spero che tornerai a trovarmi. E spero un giorno di conoscerti. Ciao, chiunque tu sia, o visitatore che mai prima d’ora era giunto in queste lande.

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...