Suor Maria della Croce, al secolo Elisa Sofia Clementina Hebert| Biografia della suora e origine del manoscritto del Purgatorio


La biografia della suora Elisa Sofia Clementina Hebert nacque a Nehou-St-Georges, comune settentrionale della Francia (a sud-ovest di Dunkirk), il 1-12-1840. All’età di 6 anni le morì il padre ed ella rimase orfana. All’età di 11 anni ricevette la prima comunione e la cresima nel Convento delle Agostiniane di Valognes, dove tra l’altro si trovava una sua zia materna, suor Angela Quettier, che sarebbe in seguito divenuta superiora del convento stesso. Fin dalla giovane età, la giovane fanciulla fù attratta dall’ideale della vita religiosa, e all’età di 18 anni chiese di entrare come novizia nel Convento delle Agostiniane di Valognes, prendendo così il nome di suor Maria della Croce. Il 15 maggio 1861, all’età di 21 anni, fece la professione religiosa. In essa viveva il costante desiderio e la consapevolezza celeste di voler unirsi intimamente a Cristo e di santificarsi nelle virtù e nel portamento cristiano, impegnandosi seriamente nella chiamata alla santità.

suormariadellacroceAll’interno del convento ricoprì vari incarichi tra i quali quello di Direttrice delle Educande. Nel 1874 iniziarono i fenomeni straordinari che diedero origine al manoscritto del Purgatorio; la suora si intratteneva in colloquio con suor Maria Grazia, consorella defunta, salvata e presente in Purgatorio, con la quale parlava la suora parlava di frequente grazie al permesso Divino, trascrivendo poi ogni parola su alcuni diari privati. Nel 1884, quasi all’unanime, fu eletta Assistente e nel 1885 Madre Prefetta. Le allieve nutrivano nei suoi confronti una certa stima. Coloro che la conobbero videro in lei un comportamento esemplare, che dava esempio ed esercitava un richiamo alla perfezione, ispirando santità nel nome di Gesù, da sempre accompagnata da un senso pratico dell’atteggiamento cristiano, mai esposto unicamente a parole ma anche con fatti concreti ed effettivi. Cio’ donava un esempio ed ispirava fede, che sgorgava dalla sorgente della preghiera.

Nel 1890 ebbe l’ultimo colloquio con l’anima del Purgatorio, e si concluse così il manoscritto del Purgatorio. Nel 1902 sopraggiunse un periodo storico segnato dalla violenta reazione anticlericale in seguito alla vittoria dei radicali alle elezioni presidenziali. Il nuovo governo stabilì lo scioglimento delle congregazioni religiose e la separazione della Chiesa dallo Stato; fu un atto dichiarato di guerra frontale alla religione in Francia, che avrebbe poi subito un grave declino della fede lungo il 900′, tutt’oggi in corso. Il cattolicesimo fu attaccato, ferito, tradito, con tentativi di distruzione totali che si abbatterono come non mai. Nel 1904, a causa di quanto successo, suor Maria della Croce dovette così abbandonare il convento a lei tanto caro e dove aveva trascorso gran parte della sua vita. Aveva 63 anni.

Ritrovatasi espulsa in seguito al decreto governativo, trovò inizialmente ospitalità presso alcune cugine nel piccolo borgo di Vauvicard, nel comune di Quettehou. Beato chi puo’ contare sui propri familiari! Successivamente si spostò a Cherbourg, dove visse assieme ad un’altra cugina. Papa Pio X, di sua spontanea volontà, le concesse il privilegio di un oratorio privato, con il dovere di conservarvi il Santissimo; dovere che la suora prese senz’altro con piacere. Suor Maria della Croce spirò a Cherbourg nel maggio del 1917, all’età di 76 anni, nel mese e nell’anno delle apparizioni di Fatima. Quando, ovvero, la Madonna iniziò ad apparire ai tre pastorelli. Le sue spoglie sono conservate presso la tomba di famiglia a Quettehou.


L’origine del manoscritto – Suor Maria della Croce, come già esposto, ebbe colloqui con un anima del Purgatorio, tale suor Maria Grazia, dal 1874 al 1890, ovvero la bellezza di sedici anni consecutivi. La suora si fece notare per mezzo di alcuni fenomeni fino a chè non le apparve una sera nella sua cella; dopo vari avvicendamenti, suor Maria della Croce scoprì che si trattava di una sua sorella scomparsa di recente, e presente in Purgatorio. Da tali colloqui, suor Maria della Croce trascrisse ogni parola a lei dettata su alcuni diari ed ebbe così origine il manoscritto del Purgatorio, pubblicato in seguito come volume unico. Un opera enorme, durata piu di una decade e trascritta con assoluta fedeltà alla fonte (le parole dell’anima defunta) su carta. Il suddetto manoscritto è una miniera senza fondo di informazioni pregiate, ricchissime di utilità, conforme alla rivelazione, piene di lumi e di confidenze esclusive del cielo. Un opera profonda e formativa, un autentico dono concesso da Cristo.

Leggi il manoscritto del purgatorio

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...