Medugorje | Messaggio del 2 giugno 2017


Messaggio del 2 giugno; dopo il messaggio del 2, del 12, del 19, del 25 e del 29 del mese scorso (ben cinque! Di cui tre straordinari), eccoci con quello nuovo, primo di questo mese. Condividetelo!

Messaggio

Cari figli, come negli altri luoghi dove sono venuta, così anche qui vi chiamo alla preghiera. Pregate per coloro che non conoscono mio Figlio, per quelli che non hanno conosciuto l’amore di Dio, contro il peccato, per i consacrati, per coloro che mio Figlio ha chiamato affinché abbiamo amore e spirito di forza, per voi e per la Chiesa. Pregate mio Figlio, e l’amore che sentite per la Sua vicinanza, vi darà forza e vi preparerà alle opere buone che farete in Suo nome. Figli miei siate pronti. Questo tempo è un bivio della vita. Per questo io vi chiamo nuovamente alla fede ed alla speranza, vi mostro la strada da prendere. Queste sono le parole del Vangelo. Apostoli miei, il mondo ha così bisogno delle vostre mani alzate verso il cielo, verso mio Figlio e verso il Padre Celeste. È necessaria molta umiltà e purezza di cuore. Abbiate fiducia in mio Figlio e sappiate che potete sempre migliorare. Il mio cuore materno desidera che voi, apostoli del mio amore, siate sempre piccole luci del mondo. Illuminiate là dove le tenebre desiderano regnare e con la vostra preghiera ed il vostro amore, mostrate la strada giusta. Salvate le anime. Io sono con voi. Vi ringrazio.

Commento 

Cari figli, come negli altri luoghi dove sono venuta, così anche qui vi chiamo alla preghiera.

E’ bello ricordare che la Madonna non appare solo a Medugorje, ma anche in altri luoghi, e che Medugorje non è l’unico luogo in cui sia mai apparsa, ma ve ne sono tanti, tantissimi altri; quando è lei stesso a dirlo, a ricordarcelo, è ancora più bello. In tutte le apparizioni, c’è un unico denominatore, un filo conduttore, un unico obiettivo identico e omogeneo per tutte le apparizioni: il richiamo alla preghiera, alla conversione, al digiuno, ai sacramenti. I cinque sassi del Vangelo. Anche qui, così come nelle altre apparizioni storiche, Maria ci richiama alla preghiera, da sempre principio e radice primaria del nostro cammino.

Pregate per coloro che non conoscono mio Figlio, per quelli che non hanno conosciuto l’amore di Dio, contro il peccato, per i consacrati, per coloro che mio Figlio ha chiamato affinché abbiamo amore e spirito di forza, per voi e per la Chiesa.

Da sempre, la Madre di Dio, ci invita a pregare per gli altri e per delle categorie particolari; in questo caso, il suo invito si rivolge a coloro che conoscono suo figlio, che non credono (tutti coloro che sono atei, agnostici o di altra fede) e per i sacerdoti (frequentemente nominati nei suoi messaggi). Questo richiamo va messo in pratica con un azione altrettanto pratica, concreta: la preghiera. Non si puo’ pensare di compiere questa richiesta con una semplice Ave Maria alla notte o con una breve presentazione del problema a Gesù; bisogna invece pregare e investire il proprio tempo nell’esecuzione materiale, pratica della preghiera. Che sia il Rosario o la Coroncina della Divina Misericordia o qualsiasi altra preghiera.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...