Eccoci con l’ultimo messaggio datoci domenica 2 aprile. A ricevere il messaggio è stata, come sempre, la veggente Mirjana. Nuovamente vi invito ad attendere il messaggio del 25 aprile. Seguitemi e buona lettura.

Messaggio

Cari figli, apostoli del mio amore, spetta a voi diffondere l’amore di mio Figlio a tutti coloro che non l’hanno conosciuto. A voi, piccole luci del mondo, che io istruisco con materno amore perché splendano chiaramente di uno splendore pieno. La preghiera vi aiuterà, perché la preghiera salva voi, la preghiera salva il mondo. Perciò, figli miei, pregate con le parole, con i sentimenti, con l’amore misericordioso e col sacrificio. Mio Figlio vi ha mostrato la via: lui, che si è incarnato ed ha fatto di me il primo calice; lui, che col suo sublime sacrificio vi ha mostrato come bisogna amare. Perciò, figli miei, non abbiate paura di dire la verità. Non abbiate paura di cambiare voi stessi ed il mondo diffondendo l’amore, facendo in modo che mio Figlio sia conosciuto ed amato amando gli altri in lui. Io, come Madre, sono sempre con voi. Prego mio Figlio che vi aiuti affinché nella vostra vita regni l’amore: l’amore che vive, l’amore che attrae, l’amore che dà vita. Questo è l’amore che io vi insegno, l’amore puro. Spetta a voi, apostoli miei, riconoscerlo, viverlo e diffonderlo. Pregate per i vostri pastori con sentimento, affinché possano testimoniare mio Figlio con amore. Vi ringrazio!

Commento 

Perciò, figli miei, non abbiate paura di dire la verità.

Questa è la prima frase del messaggio che mi salta all’occhio in modo particolare. Uno dei pezzi forti di questo messaggio è racchiuso in questa piccola sentenza. La Madonna ci dice di non avere paura di dire la verità. E’ sicuramente un verso da approfondire, un consiglio materno soggetto ad un argomento piu ampio. Non avere paura di dire la verità significa di non aver paura di testimoniare il vangelo, di comportarsi come vuole il vangelo e di testimoniare Cristo nella sua interessa. Significa non aver paura di farlo né a parole, né a gesti, con le opere. Significa che non bisogna aver paura di testimoniare Cristo tramite le nostre azioni e le nostre idee, sopratutto dinanzi il prossimo; e così come non dobbiamo aver paura di testimoniare Cristo, testimoniando la verità, alla fermata dell’autobus, non dobbiamo aver paura di farlo nemmeno in un negozio, né da nessun’altra parte. La Madonna ci invita a testimoniare senza paura, ovunque, senza provare paura o vergogna. Testimoniare Cristo significa dire la verità, esporla, testimoniarla e mostrarla agli altri. Ed è importante farlo con le parole e con le opere.

Spetta a voi, apostoli miei, riconoscerlo, viverlo e diffonderlo.

Il principio del libero arbitrio è sempre la base della nostra conversione e della nostra esistenza, così come della nostra salvezza. La Madonna ci parla, ci indica e ci insegna, aiutandoci, ma spetta poi a noi agire di conseguenza con il nostro deliberato consenso. Non può imporci di farlo o farlo al posto nostro. Noi dobbiamo farlo. Per farlo abbiamo bisogno del suo aiuto. Lei ci aiuta affinchè noi possiamo agire e vivere secondo la retta via. E’ una collaborazione attiva, dove entrambe le parti si vengono in contro. Senza aiuto non possiamo farcela; ma senza la nostra volontà, il suo aiuto diventa vano.

Annunci