I 22 film visti al cinema nel 2016

Con il 2016 ormai terminato è tempo di tirare le somme. Anche il 2016 è stato un anno ricco dal punto di vista cinematografico, ovvero pieno di film visti in sala. La stragrande maggioranza di questi li ho visti a febbraio, mese che ha risucchiato non dico la metà, ma quasi, dei film visti sul grande schermo. Ho visto più film in questo mese che in circa 5 anni della mia vita passata. Con l’arrivo dell’estate, a cominciare da maggio e complice il mio spostamento verso un altra città, la frequenza nei cinema è scemata, riducendosi presso lo zero, per poi risalire gradualmente da agosto in poi. A voi!

Nota: vers. 2015

22 film

1. Quo Vado?

  • Visto: cinema Enzo Ferrari, Maranello (MO)
  • Data: 06/01
  • N. di volte visto: 1
  • Compagnia: si

Non volevo vederlo, mi ci han portato e mi sono adattato. Mi ha fatto anche ridere, mi sono lasciato intrattenere con gusto, ma è una commedia senza corpo intellettuale, critico o satirico che sia. Assorbe furbamente argomenti popolari che intercettano l’interesse del pubblico, per compiacere. La solita commediola appena un pelo sopra il concetto di “film medio”.

2. Il Ponte delle Spie

  • Visto: cinema Raffaello, Modena
  • Data: 11/01
  • N. di volte visto: 1
  • Compagnia: si

Durante la prima ora mi chiedevo continuamente se doveva continuare così ancora per molto, aldilà dell’importanza delle varie informazioni narrative mostrate, necessarie per l’esistenza implicita della storia. Poi, giunta la seconda parte, cambia tutto, e viene fuori un leone che ruggisce e che prima aveva solo camminato in cerca della sua preda. Bellissimo!

3. La Grande Scommessa

  • Visto: cinema Raffaello, Modena
  • Data: 25/01
  • N. di volte visto: si
  • Compagnia: si

Brillante e particolare, anche coraggioso per proporre un argomento trattato con le dovute conoscenze tematiche, qui approfondite e non lasciate al caso. Ricco di una verbosità atipica tutta sua, questo film parla apertamente del problema della crisi economica e della sua conseguenza, di chi ci perde e di chi vince. E di come tutti gli altri l’abbiano presa in quel posto.

4. Revenant

  • Visto: cinema Emiro, Rubiera (RE)
  • Data: 08/02
  • N. di volte visto: 1
  • Compagnia: si

L’esperienza dell’anno e anche una delle più belle esperienze cinematiche di ogni tempo. In questo film, Inarritu supera sé stesso. Così come DiCaprio. Così come ogni elemento coinvolto. Davvero un film-fenomeno, che rasenta l’assurdo, per qualità, in ogni componente del suo profilo. Mostruoso. Penso che sia cinema allo stato puro.

5. Creed 

  • Visto: cinema TheSpace, Bologna
  • Data: 15/02
  • N. di volte visto: 1
  • Compagnia: solo

Il settimo Rocky, figlio legittimo e proseguo ufficiale della saga. Mi è piaciuto, anche se mi aspettavo una maggiore giustificazione riguardo il ritorno del mito. Ma il film è stupendo e prosegue la favola del cittadino americano che ottenne la sua rivalsa tanti, tanti anni fà. Cambiando prospettiva. E’ realizzato in buona fede e a tratti commuovente.

6. Deadpool 

  • Visto: cinema Raffaello, Modena
  • Data: 20/02
  • N. di volte visto: 1
  • Compagnia: si

Chiaramente insignificante. Costruito attorno all’intento di tenere fede alla fonte e trasportare così lo spirito del fumetto, risultando così com’è in modo voluto, in ogni parte del suo essere, non necessariamente auto-compiaciuto, ma sfrontato. E’ violento, parolaccioso, arrogante, satirico e demenziale. Deflagrante nel suo spirito incorrect. Ma non lo consiglierei ad un pubblico giovane; sappiate che non ha una morale ed evoca, mitizzando, molte cose futili e inique. Un film solo per adulti.

7. Lo Chiamavano Jeeg Robot

  • Visto: cinema Victoria, Modena
  • Data: 22/02
  • N. di volte visto: 1
  • Compagnia: solo

I miei complimenti per una sceneggiatura che rielabora le lezioni e la cultura ben impartita del cine-comic americano, reinterpretandolo attraverso una favola sub-urbana tematica e argomentata, ricca di un italianizzazione vincente. Quando lo guardavo, mi sono lasciato conquistare dalla scrittura dei suoi tre personaggi primari. Vedevo come andava in scena, con qualità, il concetto di super-eroismo, con una storia e un contesto.

8. The Hateful Eight

  • Visto: cinema Lumiere, Bologna
  • Data: 24/02
  • N. di volte visto: 1
  • Compagnia: solo

Se è Tarantino sai cosa aspettarti e mentre lo vedevo, nel formato 70mm e in lingua originale, non mi sorprendeva affatto vedere scene violente, crude e sfrontate, dialoghi in quantità industriale, il meccanismo della fiducia e della talpa nascosta con l’aggiunta di una serie di domande spontanee che lo spettatore si fà, finendo per discutere razionalmente con il film. Mi è piaciuto ma non è niente di ché; sempre moralmente degradato, come se rappresentasse la violenza anarchica della società d’epoca, e mai davvero significativo.

9. Spotlight 

  • Visto: cinema Lumiere, Bologna
  • Data: 29/02
  • N. di volte visto: 1
  • Compagnia: solo

Bisogna riconoscere i propri errori ed il male che è stato fatto e io do atto a questo film di aver trattato un argomento facilmente strumentalizzabile con dignità e rispetto. Spotlight fà luce sul fumo del male che è entrato nella Chiesa, offrendo un lungo saggio giornalistico sulla ricerca e sulla composizione della verità, attraverso una serie di informazioni filtrate con serietà e maturità, senza sensazionalismi. Ti ricorda quanto è successo, in modo obiettivo e adulto, senza ridicolizzare o attaccare gratuitamente la parte colpevole ma esprimendo in modo adulto quanto c’è da raccontare.

10. Il Gabinetto del Dr. Caligari

  • Visto: cinema Truffaut, Modena – cinema Lumiere, Bologna
  • Data: 19/02 – 29/02
  • N. di volte visto: 2
  • Compagnia: solo

Il sogno cinematografico di una vita. Le sue immagini mi entrarono dentro più di 10 anni fà ed erano ormai anni, anni e anni che desideravo poterlo vedere. Così è stato e me lo sono visto pure due volte. Una pietra miliare del cinema. Stupendo, semiotico, espressivo, precursore, psicologico, tematico. Per ogni parola detta va aperto un paragrafo a parte o quasi. Un capolavoro senza tempo.

11. Nosferatu

  • Visto: cinema Lumiere, Bologna
  • Data: 29/02
  • N. di volte visto: 1
  • Compagnia: solo

Gia visto in dvd varie volte nel corso degli anni, con il remake del 1979 altrettanto divorato e che pure preferisco all’originale. E’ stato bellissimo vederlo finalmente al cinema. Una visione rilassata, tranquilla, di un pezzo di storia che avevo già abbondantemente visto e sviscerato in quanto ad analisi semantica. Rivedere le scene cult è stato fantastico. Il suo linguaggio è fresco di immagini potenti e visivamente iconiche. Il restauro 2K ha valorizzato l’aspetto visionario di questo capolavoro.

12. The Gift – Regali da uno sconosciuto 

  • Visto: cinema Victoria, Modena
  • Data: 03/03
  • N. di volte visto: 1
  • Compagnia: si

Un thriller di gran classe, sobrio e pulito nelle immagini, totalmente prive di gore o splatter, ma altrettanto smosso e ben indiavolato nella costruzione della suspense e del breath-taking, con una trama discretamente infiammata. Quando ti manca il fiato, quando sai chi sia l’autore di certe cose ma ti chiedi perchè le fa…bhe, se siete interessati al genere non necessariamente tipico, guardatevi questo film. Tematicamente parla di vendetta, non và preso come idolo morale, quindi và visto in modo consapevole.

13. Batman v Superman

  • Visto: cinema Victoria, Modena
  • Data: 07/04
  • N. di volte visto: 1
  • Compagnia: si

Tutti ad odiarlo, tutti a parlarne male, tutti a gareggiare a chi lo prende per i fondelli meglio dell’altro, parodiandolo e sminuendolo artisticamente, ma sapete che vi dico? Che a me è piaciuto. E che tra neanche 15 anni ci sarà la solita rivalutazione retro-attiva. Si riconosceranno gli elementi piu o meno interessanti di questo prodotto, che in qualità di trasposizione fumettosa non è male: ha una sua personalità. Non ci ho visto il marciume visto da altri.

14. Suicide Squad 

  • Visto: cinema Victoria, Modena
  • Data: 16/08
  • N. di volte visto: 1
  • Compagnia: si

Una mezza cacchiata che sembra quasi voler rendersi attraente dinanzi l’occhio del tredicenne. Solo che colui che prova a fare ciò è un adolescente. Il prodotto, significativamente, non ha motivo di esistere, ma si lascia guardare piacevolmente per un pubblico senza pretese che a sua volta non deve generare aspettative intellettuali. Piaciuto fino ad un certo punto e in una certa misura, poi crollato. Inutile.

15. Jason Bourne

  • Visto: cinema Raffaello, Modena
  • Data: 03/09
  • N. di volte visto: 1
  • Compagnia: si

Avevo già visionato i primi tre e mi erano sembrati tutti uno più fotocopia dell’altro. Vedo questo e mi ritrovo un altra fotocopia bella e buona. E ho pure faticato a seguire la trama, ferma com’era ai procedimenti narrativi della trilogia originale, a volte duri da decodificare. Tutto uguale e ripetuto nel suo schema d’azione fuggi-reagisci-mena-scappa. Non mi è piaciuto per niente.

16. Don’t Breathe (Man in the Dark) 

  • Visto: cinema Victoria, Modena
  • Data: 13/09
  • N. di volte visto: 1
  • Compagnia: si

Il thriller sorpresa. E’ costruito magnificamente. Sembra omaggiare un film degli anni 60′. E’ brillante nella costruzione dei piccoli risvolti collaterali che scaturiscono dal principio di causa ed effetto degli eventi. Riesce a privarti del respiro, trattenendotelo, e a sottometterti ad uno stato di tensione continua. Uno dei migliori thriller dell’anno.

17. Il Signore degli Anelli La Compagnia dell’Anello

  • Visto: cinema Bellinzona, Bologna
  • Data: 16/09
  • N. di volte visto: 1
  • Compagnia: si
  • Leggi il resoconto della maratona qui

C’è bisogno di dire qualcosa? E’ uno dei più grandi capolavori della storia del cinema. E’ il tutto del cinema. E’ un opera che tiene fede alle fondamenta cattoliche del romanzo da cui prende vita. Il risultato è una trasposizione che racchiude il tutto del bello cinematico. E’ ricco di valori nobili, è biblico, è significativo, è grandioso. In questo film c’è tutto e me lo sono goduto al cinema, grazie alla maratona del cinema Bellinzona, per la prima volta.

18. Il Signore degli Anelli Le due Torri 

  • Visto: cinema Bellinzona, Bologna
  • Data: 16/09
  • N. di volte visto: 1
  • Compagnia: si

Rivederlo al cinema per la seconda volta è stato fantastico, considerando che si tratta del mio preferito dei tre. E’ ovviamente è un capolavoro come e più degli altri, stupefacente e brillante nella sua maestosa trasposizione di un romanzo cattolico da novanta. Un film epico; la battaglia del Fosso di Helm è tra le mie preferite di sempre.

19. Il Signore degli Anelli Il Ritorno del Re 

  • Visto: cinema Bellinzona, Bologna
  • Data: 16/09
  • N. di volte visto: 1
  • Compagnia: si

Il meraviglioso capitolo finale. Bello e potente come i due predecessori, ricchissimo nel suo valore di produzione; supera qualsiasi altro livello artistico e tecnico nel panorama adiacente del cinema, La Passione di Cristo apparte. E’ un pezzo di cinema di una profondità epica. L’ultimo dei tre è sempre un capolavoro.

20. Mine

  • Visto: cinema Emiro, Rubiera (RE)
  • Data: 08/10
  • N. di volte visto: 1
  • Compagnia: si

Trasmette una serie di immagini allegoriche e metaforiche che, tradotte, evocano e lanciano un messaggio morale interessante, che è capace di fare “lezione”, come se fosse un tema da analisi scolastica. Il film in sè, a metà tra realtà dei fatti foto-realistica e proiezione psicologica del personaggio, è un bel pezzo di cinema. Interessante.

21. The Accountant

  • Visto: cinema Raffaello, Modena
  • Data: 31/10
  • N. di volte visto: 1
  • Compagnia: si

La sceneggiatura va distrutta e ricostruita. Bisogna ricomporre l’ordine di posizionamento dei pezzi perchè non si riesce a capire un qualcosa che si possa definire tale. Bisogna diversificare il senso e la struttura, e dare lo spirito dietro la materia. Forse manco coloro che lo han fatto sapevano cosa stavano facendo. Uno dei piu brutti film che abbia mai visto.

22. Rogue One: A Star Wars Story 

  • Visto: cinema Victoria, Modena
  • Data: 19/12
  • N. di volte visto: 1
  • Compagnia: si
  • Leggi la mia recensione qui

La grande truffa di mercato; un giocattolo da scartare che racchiude, all’interno del suo involucro esteticamente attraente, la sorpresa di cioccolatino per bambini. E’ un antologico di esercizi di genere validi come figure per far impratichire i giovani scrittori in erba di 7 anni. Ha lo spessore di una commedia con Adam Sandlers. E’ il risultato concreto di un planning finanziario; mostra come fare soldi monetizzando un franchise senza il minimo interesse artistico e personale nei confronti dello stesso. E’ un lavoro di commissione.

Statistiche

Film

  1. Film visti: 22
  2. Numero di film visti due volte: 1
  3. Film visto due volte: Il Gabinetto del Dr. Caligari

Città 

  1. Numero di città coinvolte: 4
  2. Città: Modena, Maranello (MO), Bologna, Rubiera (RE)
  3. Film visti a Modena: 11 (+ 1 visto due volte)
  4. Film visti a Maranello: 1
  5. Film visti a Bologna: 8
  6. Film visti a Rubiera: 2

Cinema

  1. Film visti al cinema Victoria: 6
  2. Film visti al cinema Raffaello: 5
  3. Film visti al cinema Truffaut: 1
  4. Film visti al cinema Enzo Ferrari: 1
  5. Film visti al cinema Emiro: 2
  6. Film visti al cinema TheSpace: 1 
  7. Film visti al cinema Lumiere: 4
  8. Film visti al cinema Bellinzona: 3

Periodo

  1. Mese con il maggior numero di film visti: febbraio (8)
  2. Mesi coinvolti: 8/12
  3. Media film al mese: 2

Rapporto film/mese

  1. Gennaio: 3
  2. Febbraio: 8
  3. Marzo: 1
  4. Aprile: 1
  5. Agosto: 1
  6. Settembre: 5
  7. Ottobre: 2
  8. Dicembre: 1

Top 10 (random) 

#Nota: ho scelto di lasciare fuori la trilogia del Signore degli Anelli essendo film già usciti e visti al cinema molti anni fà, quindi ho preferito dare spazio ai nuovi. Sappiate ovviamente che la trilogia di Jackson è al primo posto scontato. Poi è vero, ci sono anche due film anni 20′, ma questi al cinema non li avevo mai visti!

Revenant
Il Gabinetto del Dr. Caligari
Lo Chiamavano Jeeg Robot
Nosferatu
Man in the Dark
La Grande Scommessa
Il Ponte delle Spie
Spotlight 
Creed
The Hateful Eight

40 pensieri su “I 22 film visti al cinema nel 2016

  1. I film che ho visto al cinema nel 2016 sono stati nell’ordine:

    Creed – Nato per combattere
    La grande scommessa
    1981: Indagine a New York
    Quo vado?
    Deadpool
    Il caso Spotlight
    L’Universale
    Codice 999
    Lo stato contro Fritz Bauer
    My father Jack
    La pazza gioia
    Colonia
    Tutti vogliono qualcosa
    Julieta
    Suicide Squad
    Go with me
    Lettere da Berlino
    Sing Street

    Tra di essi, il migliore è di gran lunga Lo stato contro Fritz Bauer. Fa scomparire anche tutti i film che ho visto nel 2015. Medaglia d’argento per Lettere da Berlino, medaglia di bronzo per L’Universale.
    Il peggiore invece è 1981: Indagine da New York. E’ peggio di un film brutto: è proprio insignificante. Tuttavia gli darei due stelle anziché una, perché nel finale ha un guizzo che compensa in minima parte la noia colossale dei restanti 120 minuti. Già, perché al regista non bastava fare un film pallosissimo: per essere sadico fino in fondo, ha deciso anche di prolungarlo a dismisura.
    Altro film da una stella è senza dubbio La pazza gioia.
    Scorrendo quest’elenco noto tanti film che non sono dei capolavori, ma sono comunque davvero ottimi: Codice 999, My father Jack, Colonia… insomma, il 2016 è stato un anno avaro di titoli da 5 stelle, ma i film usciti l’anno scorso hanno una qualità media davvero alta.

    Piace a 1 persona

    1. Quando ho letto, nel tuo commento, il passo che dice “è proprio insignificante”, ho pensato dapprima ad alcuni dei film che ho visto durante il 2015 (“The Last Witch Hunter”), e poi anche ad alcuni visti nell’anno appena passato, ovvero “Rogue One” e “The Accountant”.

      Molti di quelli che hai visto non li conosco. “Lo Stato Contro Bauer” l’ho appena googlato ma non sono riuscito a trovare informazioni consistenti sulla trama. Non ho idea di cosa parli. Penso che farò qualche ricerca su quelli che non conosco per vedere se mi ispirano per un eventuale visione 🙂

      "Mi piace"

      1. Sicuramente Black Mass: come hai detto tu, Johnny Depp è un attore fantastico, e quindi vale quasi sempre la pena di guardare un suo film. Dico quasi perché purtroppo non gliene frega nulla di fare un filmaccio una volta ogni tanto, se in cambio il produttore lo ricopre d’oro.
        Riguardo a Lo stato contro Fritz Bauer, fai come ho fatto io: guardalo senza avere neanche la più pallida idea di che cosa parli. In questo modo la sua bellezza ti travolgerà in modo ancora più delizioso. Corro a risponderti anche nell’altro post! 🙂

        Piace a 1 persona

    1. Generalmente dipende da persona a persona e da come viene recepito individualmente.. Per cui, se ai miei occhi è stato gradevole, magari a quelli di qualcun altro potrebbe non esserlo stato. A me piacque. Ti consiglio di vederlo, poi vedi tu 🙂

      Piace a 1 persona

      1. Se vuoi la storia completa DEVI leggerli tutti, ti ritroverai la storia della creazione di ogni cosa nero su bianco e per riposarti… le avventure di bomadilbon cosi chiudi il cerchio 👍😜👍

        Piace a 1 persona

  2. Dovessi scegliere un film della tua bella lista sceglierei Lo Chiamavano Jeeg Robot! Non necessariamente il più bello che ho visto l’anno scorso (La Grande Scommessa per esempio lo supera) ma sono uscito dalla sala con un sorrisone enorme, non pensavo potesse essere credibile un film supereroistico dal sangue davvero italiano, e invece..!!!

    Kalos

    Piace a 1 persona

    1. Ciao! Grazie per il commento. Mi trovi daccordo su “Lo Chiamavano Jeeg Robot”, lo vidi il giorno dell’anteprima e mi piacque davvero. Mi sorprese che un film di questo genere puramente italiano fosse in buona fede e onesto, e pure solido in quanto a costruzione tecnica. Francamente non mi aspettavo che una produzione italiana, trattando un concept del genere, riuscisse a costruirsi con intelligenza, senza strafare ovviamente, evitando “l’italianata” media. Storicamente l’associazione “cinema italiano/supereroismo” non è mai stata di casa, ma con questo film han messo in luce un film degno di essere visto!

      "Mi piace"

                    1. fra quelli da te citati mi manca l’uomo che ride! Forse i noir classici sono i più adatti per coinvolgere un pubblico più piccolo, ma non mi stupirei se proprio Caligari e Nosferatu abbiano più successo! Oscuri e “deformi” come sono, magari risaltano..lo dico perchè, sorprendentemente, il film d’annata che piacque di più al mio cugino-cavia fu L’Angelo Sterminatore di Bunuel! In realtà questo lo stavo vedendo per i fatti miei, non rientrava nelle mie “lezioni” (troppo bizzarro). lui però si trovava nella mia stanza perchè gli stavo correggendo dei compiti…e rimase fino alla fine del film tanto ne era stato rapito!

                      Piace a 1 persona

                    2. “L’angelo Sterminatore” non l’ho mai visto. Pensando ad un film uscito proprio nello stesso periodo, giusto due anni prima, mi viene in mente “Occhi senza volto” di Georges Franju, l’hai mai visto? 🙂

                      Piace a 1 persona

  3. Ah, un classico post TPB (Tanta Pappa Buona).
    Okay, basta, mi iscrivo.

    Tra gli altri citati, ricordo con particolare piacere La grande scommessa (primo film visto al cinema quell’anno) e Man in the dark, inaspettatamente riuscito.

    Piace a 1 persona

    1. Questi film mi piacquero particolarmente ai tempi della visione in sala. Ora non li rivedrei. Però La Grande Scommessa era stata una cosa “assurda”, nel senso che si era rivelato un autentico gioiellino distante da qualsiasi prodotto tipico di mercato. Mi ricordo che risi per gran parte del tempo, anche se durante la visione mi persi una decina di volte nel tentativo di capire di cosa stessero parlando i personaggi. Tant’è che dovevo fare menta locale con il mio amico, lì sedutomi accanto, nel tentativo di tenere in vita il filo logico degli eventi.

      Piace a 1 persona

      1. Avevo tentato di rispondere ieri, ma o io o Wp avevamo un problema.
        Peccato, perché giusto ieri sera su La7 hanno passato La grande scommessa, manco a farlo apposta 😉

        "Mi piace"

          1. Thanos… cos’è, una roba che si mangia?! 😉
            Nemmeno io l’ho rivisto poi, anche se non mi sarebbe dispiaciuto. Non sarei arrivata alla fine e mi sarei addormentata sul divano.
            Sempre benedetti siano i DVD.

            Piace a 1 persona

              1. Maddai, chi l’avrebbe detto 😉
                Dubito appartenga ad un genere che mi interessa, così a naso, ma grossomodo di che si tratta? Ormai m’hai messo la curiosità, dunque collabora a levarmela 😀

                (Il blu-ray ce l’ho, ma è più pratico chiamarlo dvd. Del resto la qualità è diversa, ma fisicamente si tratta pur sempre di un disco di plastica incisa).

                "Mi piace"

                1. Cinema filo-fumettistico spettacolarizzato super-eroico made in USA di matrice Marvel. Il film si chiama Avengers Endgame ed è il 4° della serie, ma in realtà è il 22° del meta-universo Marvel. Il villano epico di turno, Thanos, impossessatosi delle gemme dell’infinito, ha distrutto il 50% dell’universo con uno schiocco di dita. In questo capitolo conclusivo, i superstiti della guerra dell’infinito tornano indietro nel tempo per recuperare le 5 gemme dell’eterno, affinché Thanos non le prenda e non distrugga il 50% del cosmo. Ti ispira adesso?

                  La differenza tra blu-ray e dvd è colossale. Non chiamerei mai un blu-ray “dvd”, sarebbe discriminatorio per il blu-ray. Mi sta bene sapere che esiste una creatura umana che ancora noleggia.

                  Piace a 1 persona

                  1. Che io noleggi (o meglio: prenda a prestito) è sicuro. Ma sei davvero sicuro che io sia umana? 😉 😀

                    Il film non mi ispira più di prima, ma volendo non disdegno un buon film di supereroi.
                    La faccenda delle gemme, per altro, non può che farmi sospirare ricordando le sette sfere del drago. Ma questo fa parte di una mia vita precedente.

                    Piace a 1 persona

                    1. Ah, ecco la risposta. Pensavo che il like avesse messo il punto. Di film super-eroistici ce ne sono davvero tanti. Le “7 sfere del drago” mi riportano al 1999: grazie a Dio, sono andato avanti. Lo guardavo anch’io. Si, sono sicuro che tu sia umana. Al 100%. 🙂

                      "Mi piace"

Rispondi a hovistounfilmauthor Cancella risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...