I 10 film più interessanti in uscita nel 2017


Quest’oggi vi presento un altro articolo basato sulla mitica serie delle top limitate (le varie e cosiddette top 10, top 20 e via discorrendo), che popolano internet da lungo tempo e che a me, personalmente, piacciono da impazzire. Quella che vi propongo oggi è una delle top più classiche, che già impestano internet in lungo e in largo. Di articoli simili ne potete trovare a quintali sparsi per la rete.

Giusto per dirvelo, ho già, ovviamente, fatto pezzi di questo tipo. Sappiate che potete trovare i 20 sequel di cui nessuno sà l’esistenza (qui), i 10 peggiori film mai visti al cinema in vita mia (qui) e le 10 saghe che avrebbero dovuto fermarsi al 2° o 3° film. O magari al 1° (qui). Così potrete alimentare ulteriormente il vostro appetito per le top. E ora torniamo a noi.

Questa è la top 10 dei film più interessanti in uscita nel 2017 o perlomeno quelli che lo sono secondo me. Ho realizzato questa top buttando dentro dei film attraverso due criteri “istintivi” di selezione, uno parziale e l’altro puro. Il primo riguarda quei film che ho scelto non tanto perchè li reputi “tra i più interessanti” dell’anno rispetto ad altri come se ispirassero chissà cosa, ma più per una naturale mancanza di scelte migliori mista al fatto che, comunque, nel loro piccolo mi interessano, anche se relativamente. Quindi il primo criterio di selezione è un connubio di interesse personale e mancanza di altra roba da infilare (e che ispiri ben altro spessore), criterio con il quale sono corso ai ripari in assenza di film da scegliere unicamente per quello che mi ispirano. Il secondo invece è quello che avrei voluto usare con tutti i film presenti in lista, ovvero il criterio “puro”, basato sul puro e mero interesse a sé sprigionato dal film, che viene quindi scelto perchè lo reputo interessante di suo e non per un misto di interesse relativo e mancanza di scelte. Detto questo, vi ricordo che la lista è in ordine di preferenza, rispecchia il mio gusto ed è ovviamente totalmente soggettiva.

#Nota: le date si riferiscono alla versione americana.

#Importante: i film selezionati e scelti per questo pezzo sono frutto delle mie conoscenze di film in uscita aggiornate a dicembre 2016. E’ chiaro, quindi, che a marzo dell’anno successivo potrei anche scoprire 35 film nuovi che, nella mia testa, si posizionerebbero nella top 10 e meriterebbero di riempire questa classifica. Tuttavia, non potendo modificare l’articolo di continuo in virtù delle nuove scoperte, lascerò il pezzo così com’è, indipendentemente dalle nuove scoperte che cambierebbero la top nella mia testa. La morale è che i film che qui vedete sono quindi frutto dei film in uscita che so e che ci è dato sapere adesso. Di seguito, non posso logicamente tenere conto di tutto quello che potrebbe uscire e che ancora non conosco. Questi sono quindi i 10 film più interessanti in uscita per il 2017 tra quelli che semplicemente conosco al momento.

Top 10

10. Blade Runner 2049 
  • Uscita: 6 ottobre

L’idea di questo sequel mi fà ridere. Ogni classico che ha almeno 20 o 30 anni di storia e che viene poi riesumato, finisce per fare una bruttissima fine. Tutti i sequel (o reboot, o remake) di saghe storiche finiscono nella maggioranza dei casi per essere frutto di una serie di logiche e di manovre che sono parte di un meccanismo di produzione industriale. I suddetti sequel sono poi il risultato di queste scelte di pensiero limitate in natura. Produttori incapaci di accettare uno script originale, produttori che bloccano o precludono per principio una creatività libera ed espressiva, convinti che presentando un prodotto nuovo c’è il rischio che si possa fallire a livello commerciale, finendo di seguito per copia e incollare il contenuto del primo episodio della saga che stanno riesumando, in modo da vendere qualcosa che ha già venduto, speranzosi che nel rivendere e nel far rivedere quello che era piaciuto 30 anni prima, possa generare il contentino per la base “pre-istallata” di fan e portare quindi profitto. Basta processare il film con le nuove tecnologie e presentarlo come “nuovo”, mascherato da un involucro di tecnica moderna, che presenti la cultura che i fan han tanto amato e alla quale sono legati feticisticamente e via, tutti contenti. Via con l’operazione revival con un infinita serie di ripetizioni e citazioni atti a vendere un gusto conosciuto e sicuro. Ora, non so davvero che fine farà questo sequel, se sarà giustificato e avrà ragione d’esistere o se sarà una farsa. Il mio presentimento è pessimo. Tuttavia, visto che parte da una base di partenza che è un libro, visto che la sua natura tematica pone un certo presupposto intellettuale e visto che non ci sono uscite di mercato che sembrino particolarmente forti, decido di inserirlo in lista e di piazzarlo addirittura al decimo posto. Speriamo che non diventi un revival parodico di sé stesso. Starò a vedere.

9. Kong: Skull Island
  • Uscita: 10 marzo

Passano gli anni e le generazioni e, come vuole il libro della costituzione americana, ogni tot di tempo si è obbligati a fare un nuovo remake del marchio King Kong. Eccoci alle porte del 2017, 12 anni dopo l’ultimo remake made in USA ed ecco il nuovo reboot del re gorilla. Per legge governativa. Comunque, ho visto il trailer. Non so come e quanto scompormi. Certo che un pò di interesse lo ha ottenuto, da parte mia, questo và detto. Sembra interessare. Non mi sbilancio in negativo ma neanche in positivo. Da quanto ho ricavato attraverso i miei sensori percettivi capaci di decodificare il contenuto prima della sua uscita, questo film potrebbe rivelarsi effettivamente piacevole, o forse anche più che piacevole e dotato di una maggiore maturità di espressione rispetto a tutti i suoi predecessori, che si limitavano a replicare l’originale film uscito nel 1600. O magari mi sbaglio, sono solo sensazioni alla fine. Anche in questo caso, comunque, è presente nella top più per le solite decantate assenze “in natura” che per mera sensazione interessata dovuta al suo presunto spessore. Un misto, forse ad appannaggio del primo motivo, o forse del secondo, non lo so nemmeno io. Fosse l’anno di Terminator 2 o Il Padrino, certamente ci sarebbe roba da scegliere con uno spessore intellettuale differente.

8. Thor 3 Ragnarok
  • Uscita: 3 novembre

Ve lo dico, a me piace l’universo Marvel piace, ma gli episodi della trilogia Thor sono quelli che meno preferisco, e il secondo non mi è piaciuto granché. Questo terzo capitolo fà parte di coloro che sono qua, nuovamente, come conseguenza del primo criterio. Quindi non tanto perchè sia degno di definirsi, a pelle, “tra i più interessanti in uscita”, ma per un unione di entrambi i motivi, tra interesse e mancanza di scelta, e non so quali dei due ha il vantaggio. Alla fine è pur sempre un film Marvel e, si sà, si manterrà nei limiti territoriali della produzione spirituale e concettuale del suo universo, fatto di protocolli creativi e di punti di riferimento tematici e visionari prestabiliti ai quali attenersi, quindi, penso che in un modo o nell’altro si vedrà “la solita roba”, anche se magari sarà più qualitativa o meglio formata, o addirittura all’altezza dei capitoli di Cap America. Questo porta a ridurre il livello di interesse, come per gli altri prodotti Marvel, dopo ormai 10 anni che portano avanti questo universo. A dispetto dei primi due, comunque, questo terzo capitolo mi ispira un lavoro iconografico e mitologico più elaborato e massiccio rispetto ai predecessori e mi sà di un ché che mi attrae più dei prequel. Il team-up Hulk-Thor sembra affascinante. Il concept “pianeta rosso”, preso dal comic Planet Hulk, sembra che verrà implementato. La fotografia ispira un lavoro di cinematografia che finalmente si slega dai dettami digitali freddi dei primi capitoli, troppo scuri e green-screen oriented, con una saturazione colore che verteva sui soliti toni in CGA. Comunque, sembra davvero e finalmente che sarà graziato da uno script più intelligente, che non si limita più a limitarsi con sufficienza. Per via di queste mie impressioni soggettive, la mia curiosità/attrazione per questo progetto c’è e ha già raggiunto un certo livello.

7. Logan
  • Uscita: 3 marzo

I precedenti Wolverine mi hanno fatto schifo. Mi hanno provocato il solito disgusto totale per il cinema che solo gli americani riescono a causarmi. Questo, però, sembra un tantino differente. Sembra che potrebbe essere qualcosa che si distacca dai precedenti, almeno nei toni di narrazione, nella visuale e nella regia, anche se nella natura prettamente “biologica” avremo, magari, sempre quelle strutture e quelle cellule di pensiero che vedranno all’opera i soliti temi e le solite idee per la diegesi. In ogni caso, ho visto il trailer, mi ispira e non mi sembrava nemmeno il solito Wolverine. Se sarà buono o no, non lo so. Ma ispira e si, sembra abbastanza attraente. Logan è qui come conseguenza del primo criterio, quindi un infuso tra attrazione personale e assenza di scelte migliori. Sembra più interessante tra i meno interessanti ed offre una certa curiosità tra i mille che non ispirano nulla, sopratutto per la sua ambientazione post-apocalittica. Poi, magari, tutte quelle promesse e premesse sia narrative che visuali si ridurranno in un nulla di fatto e alla fine verrà messo in scena il solito prodotto X-men-style che porterà questo franchise ad esplodere.

  6. Ghost in the Shell
  • Uscita: 31 marzo

Il materiale del manga c’è e questa trasposizione non deve sbagliare. Perchè quando un manga propone un contenuto che ha una profondità pari a 4 metri per 8, allora ci si aspetta che il film replicherà la medesima profondità. Col trailer sono partiti col piede sbagliato e hanno già pisciato fuori dal vaso. Sembra che questo trailer voglia comunicare è un film d’azione che spacca i culi con coreografie cinesi, venite a vederlo, è divertente. Invece Ghost in the Shell dovrà essere altro e non il solito mero action-massivo. Per quello ci sono già i vari esponenti inflazionati. Comunque, sembra interessante. Ha un visual design cyber-punk iper-futuristico che almeno a livello visivo intriga, anche se ne abbiamo viste tante di visioni così. E’ in lista non perchè è interessante di fatto (quello lo si potrà appurare solo dopo averlo visto), ma perchè sembra esserlo, grazie al materiale di partenza e alla produzione che vuole dare fiducia. E spero che uscirà fuori un film sentito, significativo, con una parabola morale, uno spessore creato per esprimere e non per raccontare la materia descritta. Spero che sarà qualcosa di grande. Anche se ho dei dubbi. Scelto e inserito, quindi, per un principio di interesse e curiosità personale misto a demeriti per le mancanze naturali di una lista di uscite che metterà sul mercato, lungo il 2017, soltanto blockbuster massivi che avranno lo spessore della carta velina e tante, tantissime uscite del mercato di massa, con pochi film che possano suscitare un certo interesse. Non nominatemi Star Wars 8Pirati dei Caraibi 5 o Transformer the Last Knight. E nemmeno Power Rangers.

5. Guardians
  • Uscita: 23 febbraio

Questo mi interessa per davvero, e finalmente. Il nuovo film super-eroistico russo, pubblicizzato già da tempo. Ho visto il trailer varie volte. Ho guardato gli occhi di uno dei personaggi che sarà tra i protagonisti e sembro averne tratto un ispirazione quasi mistica. Lo voglio vedere adesso. Non vedo l’ora che esca. Sarà la lezione americana rielaborata con lo stile visivo e architettonico russo? Tra questo film e un qualsiasi film americano comic book-based cambierà solo il setting ambientale? Avrà uno spessore tutto suo o sarà solo uno spettacolo fine a sé stesso? Non si sà. Penso che sarà, a modo suo, un piccolo saggio filosofico. O magari una lezione sul film super-eroistico. Questa è la mia sensazione/impressione. E’ qualcosa che ho sentito a pelle, ma potrei sbagliarmi. Sinceramente, spero che spaccherà i culi. Che verrà distribuito in modo equo nel mondo, che sarà reperibile facilmente e che avrà, se sarà valido come penso, la giusta ricompensa commerciale. Lo vedrò, questo è sicuro. Dov’esse debuttare anche con lo 0% di apprezzamento su rottentomatoes.

4. Split
  • Uscita: 20 gennaio

Ecco in classifica quella testa vacante di Night non-ricordo-come-si-scrive-il-cognome che ci rifila prima un capolavoro, poi un altro capolavoro, poi una cagata, poi un bel film, poi una porcheria storica, poi un film che fà piangere le iene africane, poi un film valido e poi un altra cagata. Questo film sembra estremamente interessante. Parla di un uomo che ha insite ben 23 personalità differenti. E si relazionerà con le 3 ragazze che ha rapito con una personalità differente ogni volta che andrà a trovarle nel sottoscala dove le ha rinchiuse. Mi sembra davvero intrigante e si, mi ispira un casino. Chi ha visto l’anteprima ne ha parlato benissimo. L’ho messo nella top perchè penso davvero che sia un film interessante, grazie ed esclusivamente al contenuto che propone. La trama sembra appassionante e la realizzazione avvincente. Questa pellicola promette, e il talento del regista sembra rassicurarci (meno il declino degli ultimi tempi). Mi intriga veramente, di seguito è in lista perchè rispetta il concetto di interesse a sé stante, senza la variante dei demeriti.

3. War of the Planet of the Apes
  • Uscita: 14 luglio

I primi due mi sono piaciuti un botto. Per la prima volta due film basati sul franchise del Pianeta delle Scimmie che mi aggradano come non accadeva dai tempi della visione dell’originale avvenuta quando avevo 14 o 15 anni (e il film è uscito nel 1968). Finalmente un reboot che reinterpreta e reinventa un classico con oltre 40 anni di storia alle spalle graziando la nuova produzione con una qualità intellettuale che non sfigura né si riduce dinanzi l’originale masterpiece uscito 48 anni fa. I primi due sono dei piccoli capolavori, delle gemme che colpiscono le emozioni e bruciano come fuoco dentro lo stomaco. Non vedo l’ora di godermi questo terzo capitolo in sala. Penso che sarà uno spettacolare episodio conclusivo con immagini altrettanto emotive e forti come il secondo volume. I rapporti relazionali, il sentimento, la guerra, il drama, sarà tutto lì. E’ in lista per merito, perchè è davvero uno dei film più interessanti in uscita e perchè penso che sarà la gran conclusione di quella che diverrà l’unica o una delle poche trilogie al mondo ad essere costituita unicamente da film eccellenti. Lo voglio vedere adesso.

2. Stephen King’s IT
  • Uscita: 8 settembre

Uno dei miei sogni su celluloide. Il mio desiderio cinematografico. Quello a cui ho pensato per almeno 20 anni. Il film che ho sognato per tutta la vita. Lo sceneggiato televisivo del 1990, una volta che superi i 14 anni, non basta più. Ti rimane dentro l’interpretazione di Tim Curry, certo, ma il resto lo vedi come un allestimento teatrale a basso costo. E dopo che leggi il romanzo, oltretutto, scopri quanto il film sia poco più di un neurone dentro una cellula macro-scopica insignificante e incapace di trasportare anche solo l’1% dei contenuti del libro. Poi, un bel giorno risalente a mesi fà, entro su internet, cerco delle info e quelli che, fino a 5 anni fà, erano solo rumor alquanto astratti, scopro che sono divenuti realtà. Quelle info che erano solo cianfrusaglie digitali senza fondamento, oggi sono una realtà fisica, realmente esistente. Lo stanno facendo. E muoio dalla voglia di vedere com’è fatto, quanto materiale staranno incorporando dal libro, quanto fedele sarà al romanzo, quanti episodi, dettagli ed elementi ci saranno dalla fonte di partenza, quanto cavolo sarà potente, fitto, complesso, tenebroso e profondo rispetto al capolavoro di Stephen King. E’ il film che più mi interessa di ogni altro dopo Dunkirk. Le mie aspettative sono troppo grandi. Ho “paura” di rimanere deluso. Spero che faranno il botto.

1. Dunkirk
  • Uscita: 21 luglio

Come ho potuto non pensarci prima? Chiedo perdono, Nolan. Mi ero dimenticato del futuro capolavoro del biondo che da noi sbarcherà il 31 agosto. Era già al primo al posto al momento di scrivere questo pezzo ma, semplicemente, me lo sono dimenticato mentre completavo l’articolo. Ora, con l’aggiornamento, lo trovate piazzato qui, dove il mio cuore vuole che stia. E’ il più interessante tra tutti i film in uscita nel 2017 e sarà più epico di qualsiasi blockbuster esistente sulla faccia del pianeta. Molto probabilmente ci ritroveremo tra le mani il capolavoro dell’anno, magari anche futuro pluri-premiato agli Academy Award del 2018. Quel che vedremo, sarà l’ennesimo masterpiece di Nolan e su questo non ho dubbi. Il mio interesse per questo progetto è totale e il film è qui per merito allo stato puro. Sarà con Tom Hardy e musicato da Zimmer. Come si può dubitare quando in gioco c’è l’equazione dell’arte. La stessa che ha dato vita ai capolavori di Nolan da mille e una notte. Non vedo l’ora. Hype stellare. Mi godo i trailer. E’ il film che attendo più di ogni altro nell’universo o quasi.

I 9 film presi in considerazione e poi scartati

  • Fast and Furious 8. Il settimo mi è piaciuto (qui la mia recensione), ma questo ottavo capitolo so già cosa farà, cosa mostrerà e dove andrà a parare. Dai, anche se spettacolare, sarà qualcosa che si ripete. Non può definirsi “tra i più interessanti”, per quanto qualitativo sarà nel suo ripetersi. Mi capite, vero?
  • Approaching the Unknow. Già uscito nel 2016, altrimenti il plot e la visione del regista mi ispiravano tanto da poterlo piazzare in lista. Ho letto che non accade niente, come in 2001 Odissea nello spazio. Interessante.
  • The Space Between Us. Trama di partenza che, quando la leggi, risveglia il gusto per l’avventura e assorbe la curiosità nei recessi della mente, poi però vedi il trailer e ti rendi conto di quanto sia una cagata teen-drama fatta e compiuta, con modello preso per gli adolescenti di 15 anni e la solita diegesi che vedrà il figlioletto perduto ritornare sulla terra dal papà con il film che ci mostrerà la scena-cliché “esultanza nella sala della NASA” a cui assistiamo da 50 anni (tutto già mostrato dal trailer). Grazie, retorica americana.
  • Life. Quando ho letto la trama, ho pensato ad Alien e The Abyss. Un gruppo di scienziati trova una forma di vita organica scoperta nella superficie di Marte (e quando mai). Sembra innocua ed è piccola, innocente, graziosa e somiglia ad una piantina. In realtà si rivelerà essere più letale di quanto sembra e mangerà tutti i membri dell’equipaggio, ad uno ad uno. No, non sembra interessante e non mi ispira per niente, ma l’avevo preso in considerazione. E poi c’è Jake Gyllenhaal, che, aldilà del film, ci fornirà l’ennesima interpretazione brillante.
  • John Wick 2. Il primo devo ancora vederlo e mi ispira un botto. Questo sequel potrebbe varcare la sottilissima linea che separa il film di qualità dalla cagata, ovvero da quel tipo di sequel che replica la formula del primo nel tentativo di piacere a chi l’ha visto, ripetendo senza grazia le stesse cose, costruendosi a tavolino forzatamente per accontentare i fan dell’originale. Non so come sarà questo, ma da qualche parte, nel mio cervello, mi ispira. Magari quando uscirà, il mercoledì a 2 euro, lo andrò a vedere.
  • Justice League Part I. Non è che siccome è fumettistico devo inserirlo. A me sto film ispira poco. Wonder Cosa mi stà sui coglioni. Il team-up potrebbe produrre la solita baraonda epica tipo cacionara-calcolata di effetti speciali, combattimenti verticali che vanno dalla terra ai pianeti adiacenti ed esplosioni in quantità industriali. Ma sono sensazioni. La fotografia tutto buio e tenebre mi stà già sulle scatole. E fateli brillare, quei colori. Boh.
  • Spider Man Homecoming. Penso che assisteremo alle solite cose. Mi incuriosisce, e penso che andrò a vederlo, ma non basta la solita qualità, a sua volta frutto di un contenuto artistico “ovvio” (che ormai stà diventando un esempio accademico ripetuto con una semplice variazione della forma) a inserirlo in lista.
  • World War Z 2. L’avevo anche inserito. Non penso sarà affatto male. Tutti gli anni che sono ormai passati dal primo apporteranno inevitabili cambiamenti allo script e non so cosa ne uscirà fuori, ma penso che il risultato sarà positivo. Comunque, l’ho scartato perchè in fin dei conti è molto improbabile che esca nel 2017.
  • 9. Guardiani della Galassia Vol. 2. Il primo mi è piaciuto un botto. La direzione artistica è limpida nei suoi intenti. Ripeteranno la formula e cercheranno di deliziarci con un sequel che, penso, farà suo il know-how del precedente e verrà graziato da una pletora di gang-in e comedy-minute a manetta, nonchè da sequenze di azione architettate con precisione matematica. Non penso che replicherà la freschezza dell’originale, ma penso che se la caverà bene nel giocare con le regoline formali che interpreterà a modo suo e in modo qualitativo. Inizialmente l’avevo inserito in lista al 9° posto, ma poi mi sono ricordato di Dunkirk e ho dovuto fare l’update. E, di seguito, qualche film doveva essere scartato.
Annunci

5 pensieri su “I 10 film più interessanti in uscita nel 2017

  1. Concordo su FF8, pur essendo sostanzialmente un plot già visto e rivisto ha comunque una spettacolarità tale da spingere comunque le sale al sold out, inevitabilmente è quindi nella top dei film più attesi!

    Liked by 1 persona

      1. Ovviamente, per quanto mi riguarda i film “caciaroni” sono sempre belli, ti permettono di staccare davvero con la testa e goderti sana ignoranza, e te lo dico da fan dei film di Jason Statham! haha

        Liked by 1 persona

        1. Si, concordo 😀 Se poi è un ignoranza buona, penso che quel tipo di cinema sia proprio un modo a parte di intendere il cinema stesso. E ci sta. Anchio apprezzo i film con Statham e ho visto molti di quelli che ha fatto, tra cui lo splendido The Expendables, visto per ben 2 volte al cinema 😀

          Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...