Caracal – Le meraviglie feline del creato


Da quando l’ho scoperto, è diventata la mia nuova passione fissa del regno animale. Una delle creature più belle del mondo, che non conoscevo e di cui non avevo mai sentito parlare, fino a quando, poco tempo fà, mi è giunta improvvisa questa scoperta dalle mille e una notte.

Scopro ordunque che nella famiglia dei felini esiste anche il meraviglioso Caracal, una delle cento meraviglie feline che la natura offre e una delle creature più belle di ogni tempo. Una stella della terra creata da Dio prima dell’uomo e che rimarrà nell’eternità del pensiero divino.

caracal-baby

Nella sua magnificenza, il Caracal, così come tutte le creature, ha delle caratteristiche uniche, una sua biologia, un suo habitat, una sua intelligenza e via discorrendo. Quel che però salta subito all’occhio e che, pur essendo un felino selvatico e vivendo libero nei suoi territori naturali, il Caracal può divenire anche una creatura domestica, se allevata fin da piccola e con le dovute competenze (e spazi), anche se alcuni naturalisti hanno affermato che i cuccioli sono in realtà molto difficili da addomesticare. Fonti differenti dicono il contrario. Immaginate quindi di avere in casa come compagno di vita una sorta di lince domestica. Da qui la credenza popolare che il Caracal sia un “gatto” e perlopiù un gattone domestico gigante. In realtà è si un felino, ovviamente, e certamente un consanguineo dei gatti, ma appartiene ad una razza differente. Come dire tigre o pantera. Per cui il Caracal non è un gatto.

Così come con i gatti, si può stringere un autentica relazione d’amicizia anche con lui, nel caso si avesse la possibilità di avere contatto con lui fin da una certa età e in una certa maniera. Di certo se vi trovaste nei paraggi di un esemplare selvatico che non ha mai avuto contatti con un uomo, sarebbe meglio tenere le opportune distanze. Le meraviglie visive che il Caracal offre sono davvero uniche. Vediamo alcune delle caratteristiche e delle conoscenze storiche che si hanno su questa splendida creatura .

caracal-kittens.jpg.adapt.945.1.jpg
Meravigliosi cuccioli di Caracal giocherellano assieme.
  • Il Caracal presenta un’altezza media di 50 cm e può arrivare ad avere un peso che và dai 14 ai 20kg.
  • E’ dicromatico. Esistono quindi due varietà di tonalità cromatiche che lo caratterizzano, grigio e rosso-bruno.
  • La sua biologia sembrerebbe ancora oggetto di studi ed approfondimenti di vario tipo, per definirne meglio le specifiche, per quanto si conoscano comunque una parte delle informazioni basilari. Si dice che il Caracal sia prevalentemente una creatura notturna, anche se viene visto spesso e volentieri trotterellare furtivamente nelle ore diurne, quando il tempo è coperto, per la fase della caccia. Altrimenti, nelle ore del sole, passa molto tempo nelle tane.
  • Essi sono abili scalatori, dei three-climber professionisti.
  • Le sue orecchie sono la prima caratteristica visiva che salta all’attenzione dello spettatore di turno. Esse sono molto lunghe e terminano con dei pennelli di peli neri che arrivano fino a 8cm. Un tocco unico e caratteristico, che nessun’altra creatura ha nel mondo. La ciliegina sulla torta che Dio ha posato sul loro magnifico aspetto visivo.
  • Vive principalmente in Africa e in una parte dell’Asia.
  • Il Caracal è un parente stretto del Serval. L’incrocio tra queste due razze produce due bellissimi ibridi in natura che vengono chiamati servical e caraval. Notare la fusione dei nomi, molto stilosa.
  • Queste creature avevano un profondo e determinato significato nella cultura religiosa degli antichi egitti.
  • Il nome caracal deriva dalla parola turca karakulak che significa “orecchio nero”.
  • In India, si è soliti ammaestrare il Caracal per la caccia all’antilope cervicapra. In Iran e Afghanistan lo si ammaestra talvolta per la caccia agli uccelli in virtù della sua straordinaria abilità al salto.
  • Sono molti gli animali di cui il Caracal si nutre, così come scoperto e annotato da molti studiosi animalisti. Secondo H. Copley, esso attacca i dendroiraci, gli oribi, i dik-dik, le gazelle giovani e gli uccelli gallinacei . Tuttavia, grazie ad innumerevoli fonti storiche, si sà che il Caracal si ciba di una grandissima varietà di animali, tra cui anche manguste, scoiattoli e antilopi.
tumblr_m7uklibGKL1r6bovho1_500.jpg
Un caracal e un gatto giocano assieme.

Che dire ancora di questo meraviglioso felino. E’ senza dubbio una perla del mondo animale, grazie a Dio non a rischio di estinzione, come anche decretato da IUCN (che lo ha classificato nel range rischio minimo), anche se è molto difficile vederne uno a distanza ravvicinata, almeno per noi italiani, dato che il suo habitat naturale è ben distante da noi e le terre in cui vive non sono di certo facilmente raggiungibili. Di certo non può capitare di uscire di casa e di trovarne uno. Ma se mai dovesse capitarvi di vederne uno in qualche parte del mondo, fategli una foto e benedicetelo con la benedizione speciale e materna della Madonna. Dopodichè, non vi resterà che portarvelo nel cuore.

Annunci

4 pensieri su “Caracal – Le meraviglie feline del creato

  1. Il caracal è un gattone bellissimo però lo lascerei nel suo habitat naturale anche se appartiene alla famiglia dei felini. Certo si potrebbe addomesticare fin da piccolo a vivere in un ambiente chiuso quale può essere una abitazione ma non lo vedrei tanto bene girare per casa specialmente di notte quando tutti dormono in cerca di cibo da gustare…. Comunque va rispettato come tutti gli animali di questo mondo…Viva il Caracal!!!!

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...